Commenta

L'Udc provinciale
invita al sì
al Referendum

L’UDC della provincia di Cremona è convintamente schierata a sostegno del SI nel referendum che in Regione Lombardia si svolgerà domenica 22 ottobre.

L’aver scelto di interpellare i Cittadini su una questione di primaria importanza per il futuro della Lombardia e, di conseguenza, per l’Italia è un atto coraggioso ed opportuno in un momento nel quale le decisioni passano sulle nostre teste senza che possiamo esprimere le nostre opinioni se non attraverso azioni di protesta e di mobilitazione dell’opinione pubblica.

Il recupero di un rapporto con i Cittadini passa anche attraverso questo strumento di democrazia che, pur essendo in questo caso solo consultivo, è di primaria importanza perché i Cittadini lombardi possono finalmente esprimersi a favore o contro questa richiesta e scelta di avere ulteriore autonomia.

Il progresso di una regione e di uno stato passa anche attraverso l’incentivazione a far meglio e bene non solo quello che già si sta facendo bene ma affidando a queste realtà ulteriori deleghe e risorse.

C’è chi sostiene che il referendum è inutile e che fa solo sprecare risorse e che basterebbe aprire una trattativa con il Governo per ottenere quello che si chiede col referendum. Però l’esperienza ci insegna che in politica non basta avere ragione ma che occorre la forza per farla valere.

È questo, secondo noi, un motivo in più a sostegno di una rivendicazione che non riguarda solo le forze politiche al governo della Regione ma tutti i Cittadini lombardi ivi compresi quelli che votano per le forze politiche che oggi sono all’opposizione.

L’occasione che viene data a tutti i Cittadini e alle forze politiche lombarde non va sprecata per opportunismi che di politico hanno ben poco tant’è che molti Sindaci e amministratori di tutti gli schieramenti hanno aderito convinti al SI a questo referendum.

L’UDC ha aderito ai Comitati per il SI in tutte le province della regione Lombardia e anche nel cremonese non faremo mancare la mobilitazione dei nostri associati e dei nostri simpatizzanti.

© Riproduzione riservata
Commenti