Commenta

Intitolazione Cfp,
Casorati: 'Chiedo a Cr.Forma
di ripensarci'

Lettera scritta da Aldo Casorati Sindaco di Casaletto Ceredano

Lungi da me la volontà di fare o di entrare in una qualsivoglia polemica politica,vorrei esprimere una mia opinione al riguardo:

La richiesta di intitolare questa scuola di formazione professionale, che è nata da una petizione cittadini ad un esponente sindacale di primo piano che tanto si è speso per il mondo del lavoro nel nostro territorio, sopratutto nei periodi di crisi aziendali dove il Sindacato deve giocare un ruolo essenziale a fianco dei lavoratori.
Fir0enzo Maroli ha saputo dare un grande impulso di lotta e di proposta  alla CISL Cremasca simbolo di quel impegno dei Cattolici nel mondo del lavoro.
L’ Impegno Sindacale dell’ amico Renzol si è accompagnato un impegno politico forte e preciso in quella corrente di pensiero della Democrazia Cristiana che è stata la sinistra sociale che ha
avuto nella nostra provincia due personalità di massimo rilievo quali l’ On. Amos Zanibelli e Fiorenzo Maroli.
Io ho avuto la fortuna di vivere  giovanissimo questa esperienza dal cui pensiero e formazione non mi sono mai discostato.
Come dicevo all’ inizio non voglio fare alcuna polemica, ma mi permetto di chiedere al CDa del Cr Forma se non sia possibile riconsiderare questa loro decisione nel massimo rispetto delle loro idee, convinzioni.. Questa mia richiesta è scevra di ogni ideologia o interesse politico anche perchè non conosco.ne direttamente ne indirettamente, nessun di queste persone delle quali neanche conosco il nome.
Ritengo, a conclusione di questo mio breve pensiero che ,pur rispettando l’impegno di intitolare altri luoghi a Fiorenzo Maroli sono convinto che  l’intitolazione a suo nome del CR FORMA, scuola di formazione professionale, sia molto significativa e aggiungerei anche apprezzata  dai cittadini della città di Crema e da tutto il nostro territorio per il quale si è impegnato fin da giovanissimo nella difesa dei lavoratori nel solco dell’ insegnamento di Miglioli e Don Primo Mazzolari al quale si era formato.

© Riproduzione riservata
Commenti