Commenta

Anche Beretta deferito ai
probiviri. 'Non ha seguito le
linee per l'elezione del capogruppo'

Dopo Antonio Agazzi anche Simone Beretta è stato deferito ai probiviri regionali. L’esito delle elezioni comunali di giugno continua dunque a lasciare strascichi di divisione all’interno di Forza Italia.

“Non è una novità, il provvedimento risale a luglio – spiega il coordinatore cittadino Gianmario Donida – ma ho evitato di pubblicizzarlo”. La decisione è stata presa dopo l’elezione di Agazzi a capogruppo in Consiglio comunale: “Erano state date indicazioni ben precise dalla maggioranza del coordinamento sulla scelta del capogruppo e Beretta, votando Agazzi è andato nettamente contro queste linee guida”. Una mossa “compiuta in totale autonomia, che non tiene conto del rispetto dei ruoli”, ha proseguito Donida. Laura Zanibelli, che era stata designata capogruppo dal coordinamento, non è stata deferita in quanto astenuta.

Pare ancora lontana l’auspicata unità interna di cui parlavano tutti gli esponenti Azzurri durante la campagna elettorale, anzi. Ma Donida tiene comunque la porta aperta: “Sono disponibile a qualsiasi tipo di chiarimento, poi, però, vorrei che si guardasse avanti anche in previsione delle sfide politiche che ci aspettano a livello regionale e nazionale”.

Intanto le attività del coordinamento stanno riprendendo: “Abbiamo aderito al comitato per il Sì al referendum per la Lombardia autonoma e a breve comunicheremo gli eventi e i banchetti in programma”.

Ma la risposta di Beretta deve ancora arrivare.

Ambra Bellandi

 

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti