Commenta

Assemblea annuale della
Camera Penale. Tracciati
gli obiettivi per il futuro

Nella foto gli avvocati Crotti e Patrini

Si è tenuta ieri sera a Villa San Michele a Ripalta Cremasca l’annuale assemblea della Camera Penale di Cremona e Crema. I numerosi penalisti presenti hanno apprezzato la relazione della presidente, Maria Luisa Crotti, che ha ripercorso le tante iniziative realizzate nell’ultimo anno: le visite al carcere, le prese di posizione su tutti i temi più caldi della giustizia, nazionale e locale, gli apprezzati eventi formativi di natura giuridica, le 5 borse di studio donate ad altrettanti studenti delle scuole medie superiori, nonché il dialogo, sempre costruttivo, con gli uffici giudiziari e la stretta collaborazione con il consiglio dell’Ordine degli avvocati.
Nel corso della serata è stato anche presentato ed illustrato il bilancio dell’associazione dal tesoriere, Vittorio Patrini.
Al termine dell’assemblea, a cui hanno partecipato anche gli avvocati Marzia Soldani, presidente dell’Ordine di Cremona, Eustacchio Porreca, presidente della Camera Penale della Lombardia orientale, e Roberto Bruni, già presidente della Camera Penale della Lombardia orientale ed oggi consigliere regionale, è stato proiettato un filmato con le interviste ai presidenti che si sono succeduti alla guida delle sezioni di Cremona e Crema, ora unite, della Camera Penale: occasione per ricordare, una volta di più, gli avvocati Sandro Bocchi (alla cui è memoria è intitolata la sezione locale) e Luca Vaccari, recentemente scomparso, che ha ricoperto la presidenza nell’anno 2002.
Circa gli obiettivi per il futuro, il presidente Maria Luisa Crotti ha sottolineato la volontà del direttivo di portare avanti – nell’ottica della continuità – le tante attività già realizzate dalla Camera Penale negli anni, con particolare riferimento alla formazione degli avvocati, alle iniziative svolte in carcere e nelle scuole, ai programmi scuola/lavoro, agli incontri per il progetto MIUR. La linea dettata dalla presidenza vuole essere tracciata nel solco della funzione sociale degli avvocati, con la speranza di allargare e migliorare la partecipazione degli iscritti”.

© Riproduzione riservata
Commenti