Commenta

Alloni e Viola replicano
al centrodestra sulla
Paullese: 'Le risorse ci sono'

Non ha tardato ad arrivare la replica del Pd a Malvezzi, Salini e Zucchi, “che presi dalla foga di salvare il proprio candidato sindaco, fanno  gara a chi le spara più grosse”.

Ad affermarlo Agostino Alloni, che sul tema delle infrastrutture di interesse regionale non ci sta a subire gli attacchi del centrodestra. Nello specifico, venerdì mattina, il consigliere regionale di Area popolare Carlo Malvezzi, insieme all’europarlamentare Massimiliano Salini e al candidato sindaco Enrico Zucchi,, hanno parlato di “tradimento del centrosinistra verso i cremaschi”. Centrosinistra, o meglio, Pd, reo, secondo i tre, di non aver richiesto a regione un solo euro derivante dal Patto per la Lombardia per il completamento del Ponte di Spino. Sul tavolo anche il tema della stazione ferroviaria di Crema; due infrastrutture, ricorda Alloni “di competenza di Regione Lombardia”.

“Né sulla prima né sulla seconda, il presidente Roberto Maroni ha voluto dirottare le risorse necessarie per completare i lavori della ex Paullese, che, lo ricordiamo, oltre al Ponte ha bisogno di altri 15 milioni di euro per il tratto lodigiano che va dall’Adda a Zelo Buon Persico. Eppure la Paullese è una delle arterie più incidentate e tra quelle che assolvono davvero un ruolo strategico per la mobilità a livello lombardo”, prosegue Alloni.

Il punto sarebbe, per il consigliere Pd, la mancanza di coraggio di “Maroni e i suoi, che hanon permesso che le risorse del Patto venissero sbriciolate in 12 tranche provinciali. Ci voleva coraggio e capacità nell’indicare le priorità”. Insomma, per Alloni il presidente di Regione avrebbe “fatto il gioco delle tre carte, come un prestigiatore, facendo apparire e scomparire le risorse a seconda degli interlocutori e del tavolo al quale era di volta in volta seduto. Nelle slide proiettate mesi fa durante gli incontri di Maroni e Renzi risultava una postazione di 16 milioni di euro specificatamente destinate al completamento della ex Paullese. Risorse che gli amici di Zucchi, con la complicità di Malvezzi, hanno fatto sparire.

Il presidente della Provincia, Davide Viola, tirato in causa ha ricordato che “la rete stradale lombarda è oggetto di una importante opera di ridefinizione che riguarda la Paullese stessa. Le risorse necessarie per il completamento del tratto di interesse (Ponte sull’Adda, ndr) sono disponibili nelle economie dei precedenti lotti così come recentemente definito al Tavolo della Paullese (Regione, Provincia, di Lodi e di Cremona e comuni interessati) convocato dall’assessorato lombardo alle infrastrutture. Non vi è stata quindi nessuna dimenticanza e tanto meno ritardo nella definizione delle richieste”.

ab

 

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti