Commenta

Sport a confronto:
sabato mattina a
Crema gli Stati Generali

Da sinistra Britta Sacco, Pierangelo Lodetti, Stefania Bonaldi, Walter della Frera, Marco della Frera

Si svolgeranno sabato mattina, nelle sale del Comune, gli Stati Generali dello Sport. Un momento di confronto e riflessione riguardo le politiche sportive dei prossimi anni e, come li hanno definiti il sindaco Stefania Bonaldi e il consigliere delegato Walter della Frera, “un proseguo naturale di Crema città europea dello sport (Cces, ndr)“.

“Abbiamo pensato, in accordo con la Commissione sport e con l’aiuto di quella che è stata la segreteria di Cces, di riunire tutte le persone che ruotano attorno al mondo sportivo del territorio, dai dirigenti agli allenatori, dalle società agli educatori; perché, attraverso lo scambio di idee si possa addivenire alla stesura di un documento-guida che possa definire la linea da tenere in materia sportiva nei prossimi anni”, ha spiegato Della Frera.

Il delegato allo sport e il sindaco, seppur velatamente, in conferenza stampa rimandano al mittente le accuse mosse da Fratelli d’Italia, secondo cui gli Stati Generali sarebbero “solo una nuova passerella per Bonaldi e Della Frera”. “Questo importante momento di riflessione è neutro e libero e proprio per evitare di lasciare la nostra impronta sul documento finale abbiamo scelto la conduzione dei tavoli ad esperti esterni”, ha detto il sindaco.

Questi esperti, dello “Studio Ghiretti” di Parma, faranno da tutor, “senza dare input”, ha sottolineato Della Frera, ai tavoli di confronto, ciascuno dei quali affronterà una tematica; “L’ideale sarebbe che ogni società partecipi con un proprio rappresentante ad ogni tavolo”. Queste le tematiche che saranno sviscerate:

  • I luoghi dello sport: impiantistica tra manutenzione ed esigenze future
  • Insieme si può: lo sport come strumento di inclusione sociale
  • Politiche giovanili, etica e sport
  • Società sportive a misura di territorio

L’unico tavolo che non sarà condotto dallo studio Ghiretti è “Insieme si può”, che verrà infatti preso in carico dal professor Davide Iacchetti, da sempre attivo nel mondo dell’inclusione sportiva.

L’invito agli Stati Generali, che avranno inizio alle 9 in Sala Ostaggi con una riunione plenaria, è stato rivolto a tutti coloro che hanno partecipato a Cces, “e ci auguriamo, per questa giornata, altrettanta partecipazione”, ha aggiunto il consigliere delegato. A chi ha criticato all’Amministrazione che questo momento di confronto si sarebbe dovuto realizzare prima di Cces, il sindaco Bonaldi ha risposto che, proprio grazie all’anno sportivo appena passato “si è creata una rete di contatti, fiducia e collaborazione tale da potersi confrontare tutti insieme e programmare il percorso sportivo cremasco degli anni a venire”.

Il documento che verrà steso dagli Stati Generali, la cui realizzazione non prevede oneri per le casse comunali, non sarà vincolante per le Amministrazioni future, ma fornirà linee guida fondamentali per la promozione della pratica sportiva, a 360 gradi, del territorio.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti