Commenta

Il Carnevale impazza
nella prima domenica con
i grandi carri protagonisti

La danza propiziatoria del carro indiano dei Barabèt, a quanto pare, ha dato i suoi frutti. Una domenica splendida, baciata dai tiepidi raggi del sole, che ha portato al Gran Carnevale Cremasco migliaia di persone e che ha spazzato via la delusione degli ultimi tre anni, che hanno visto un susseguirsi di piogge e nuvoloni.

Moltissime le famiglie con bambini accorse a vedere la prima sfilata dei Grandi Carri 2017. E così tra Burlesque, Roma Imperiale, Risciò, Ali Dorate e l’immancabile Gagét, i nostri gruppi cremaschi hanno dato il meglio di sé stessi. I Barabét quest’anno sono in gara con “Va sull’ali dorate” e “Roma e le sue rovine”; i Pantelù hanno proposto “Il teatrino del Burlesque” e il gruppo “Gli Amici” è in corsa per il titolo di miglior carro con “Risciò mon amour” e “La danza del sole”. Tutti i grandi carri non potrebbero trasmettere appieno il proprio fascino senza la musica e le danze dei gruppi di volontari che vi ruotano attorno; e così schiere di angeli, minions, micetti e ballerine con il boa rosso hanno colorato il percorso dei tanto amati mascheroni.

Ma, come hanno ricordato i presentatori, ormai il Carnevale Cremasco… non è più Cremasco, ma mondiale. Erano infatti presenti il gruppo boliviano, quello messicano e i suonatori brasiliani.

Eugenio Pisati, presidente del comitato Gran Carnevale Cremasco si è detto molto soddisfatto per la riuscita della prima giornata; “Il Comitato è davvero riuscito a creare una manifestazione che attiri non solo i cittadini, ma anche i turisti”, ha sottolineato Paola Vailati, assessore alla Cultura del Comune di Crema.

Il Gran Carnevale Cremasco torna domenica 26 febbraio e il 5 marzo, insieme ai mercatini in piazza Duomo, con bancarelle d’artigianato e gastronomia proveniente da diverse regioni italiane.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti