Un commento

Scuole, M5s: 'Pd provinciale
ha danneggiato ancora
Crema e il Cremasco'

“Il M5S ritiene inaccettabile che il presidente della provincia abbia proceduto a questa vergognosa suddivisione”.

Il M5s si pronuncia sul dimensionamento scolastico, necessario per adeguarsi alla “Buona scuola”, votato in consiglio provinciale la scorsa settimana, dal quale Crema è uscita senza il risultato che si era prefissata. “Dopo il tribunale, ecco un altro schiaffo alla nostra città – hanno detto i pentastellati – Le province esistono ancora e il Pd provinciale continua a compiere scelte disastrose per il territorio Cremasco, ridimensionando il ruolo, i meriti e le potenzialità di Crema”.

Dal voto in Provincia è emerso che la presidenza dell’agrario Stanga, che resta a scavalco tra i due ambiti territoriali; e il Munari che si staccherà dalla presidenza di Cremona, ma che dovrà accorparsi all’indirizzo grafico dello Sraffa per raggiungere la soglia minima di studenti (600) necessari per l’autonomia.

“Per l’ennesima volta, i vertici cittadini del PD e il segretario provinciale Matteo Piloni si sono dimostrati del tutto inadeguati: nuovamente, o hanno tradito il loro territorio Cremasco a favore di Cremona o confermano di avere un peso pari a zero anche all’interno del proprio partito – hanno proseguito dal Movimento – Alternative non ce ne sono. Qui non si tratta di campanilismo tra Crema e Cremona, ma di difendere il proprio territorio e aumentarne l’offerta formativa, non indebolirlo e non renderlo subalterno”.

ab

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Corvorosso

    Cosa proponevano i 5 stelle?