Ultim'ora
Commenta

Tribunale, scuole, acqua:
tutti i temi del Consiglio

A distanza di qualche settimana dall’ultima seduta, l’Ufficio di presidenza ha convocato per stasera alle ore 17 il nuovo Consiglio comunale. Sono 6 i punti iscritti all’Ordine del giorno, ai quali si aggiungono 3 interrogazioni – che, come da prassi, verranno affrontate nella parte iniziale del Consiglio. Partiamo dunque da queste ultime.

La prima interpellanza porta la firma di Tino Arpini (Solo cose buone per Crema): chiede conto dello spostamento di alcune transenne in via Chiesa, con conseguente riduzione di parcheggi e sottoscrizione, da parte di 193 cittadini, di due petizioni. Nella seconda, Laura Zanibelli (Ncd) rivolge critiche attenzioni alla gestione dell’evento Crema Petalosa da parte dell’amministrazione. Infine, Antonio Agazzi (Servire il cittadino) interroga il sindaco sul dimensionamento scolastico, chiedendo di individuare i cardini della posizione assunta dall’amministrazione cremasca.

Archiviato il pacchetto delle interrogazioni si passa all’ordine del giorno. Al primo punto troviamo la surroga al consigliere Camillo Sartori (Rifondazione comunista), dimessosi venerdì 3 giugno – ciò genererà la ricomposizione delle commissioni consiliari, in lista al quarto punto. Al secondo, l’approvazione dei verbali delle sedute di Consiglio precedenti. Il terzo punto chiede l’approvazione del trasferimento di alcune proprietà dello Stato al Comune di Crema. Dopo la ricomposizione delle commissioni, al quinto punto ecco la mozione per il recupero del Tribunale e delle Procura di Crema, firmata da Agazzi, Arpini e Patrini. Sesto ed ultimo punto è la mozione di Emanuele Coti Zelati (SeL), in cui il consigliere chiede il rispetto dell’esito referendario del 2011 in tema di gestione del ciclo idrico integrato.

Stefano Zaninelli

© Riproduzione riservata
Commenti