Politica
Commenta

Porta Ombriano pronta all’assetto definitivo

La facciata di Porta Ombriano

Partiranno domani i lavori per il riassetto definitivo della viabilità di Porta Ombriano. Riaperto per la terza volta, il cantiere è pronto a dare a piazza papa Giovanni XXIII e alle vie attigue la direzione definitiva. Il nuovo progetto sancisce la “piena intesa tra l’amministrazione comunale e le associazioni di categoria”, come commenta l’assessore Fabio Bergamaschi, che segue una fase di sperimentazione di alcune nuove possibilità viabilistiche.

Il nuovo assetto è spiegato in un lungo comunicato pubblicato sul sito del comune di Crema (e allegato all’articolo): “Sarà introdotto un senso unico in ingresso nella piazza Giovanni XXIII. Verrà, quindi, girata la direzione di marcia di via delle Grazie per sgravare la viabilità di via Terni/via Massari. Sarà anche realizzato un attraversamento pedonale rialzato presso la fermata dell’autobus del Campo di Marte per la messa in sicurezza dell’incrocio con via Crispi. Il tratto di via Massari, che lambisce l’edificio delle ex magistrali, ritornerà come un tempo “strada chiusa a doppio senso”, con sbocco solo ciclopedonale presso l’ex Corpo di Guardia, in modo tale che la nuova fascia pedonale di piazza Giovanni XXIII sia in piena sicurezza. Come ulteriore misura a governo della viabilità durante i giorni di mercato verrà apposto divieto di accesso in via Massari per chi proviene da via Gramsci, in modo tale da evitare conflitti con il flusso proveniente dalla piazza e via Terni e creare così un anello viabilistico”.

E ancora: “Posizionamento divieto di accesso, esclusi residenti, nel tratto di via Massari a doppio senso, per evitare prevedibili intasamenti. Altro divieto di accesso, esclusi residenti, in piazza Giovanni XXIII, all’altezza di via delle Grazie. Questo ultimo divieto sarà posizionato dalla Polizia Locale solo nei momenti di picco dell’affluenza veicolare verso il mercato e nella sola ipotesi in cui in quei frangenti i parcheggi del comparto non abbiamo più capienza”.

La sottoscrizione del progetto
La sottoscrizione del progetto

Come più volte ricordato dall’assessore Bergamaschi, il ridisegno della viabilità in zona Porta Ombriano intende assolvere a quattro funzioni: la prima è la riqualificazione urbana dell’area, in modo da “rendere più bello uno degli accessi principali del centro storico”; seconda è la messa in sicurezza della viabilità ciclopedonale, con l’estensione dei tracciati di 220 metri; la tutela ambientale, tramite l’eliminazione del semaforo e l’adozione di accortezze che snelliscano le code automobilistiche e il traffico; infine, attraverso la garanzia degli stalli per la sosta, la tutela e promozione del commercio.

“Si tratta – aggiunge l’assessore alla Viabilità – di obiettivi condivisi da subito con le associazioni di categoria, le quali non hanno mai eccepito nulla di fronte al progetto sottoposto dall’amministrazione. L’ascolto che abbiamo voluto prestare alle categorie economiche è stato pieno e sincero, perché pieno e sincero è il rispetto che abbiamo per chi si alza alla mattina, solleva la saracinesca e produce valore per la città, pertanto di fronte alle richieste di ripristinare il senso unico in ingresso nella piazza e ricercare diverse soluzioni viabilistiche agli ingorghi del sabato mattina abbiamo risposto con la massima collaborazione possibile”.

“Cambiare è sempre complesso – conclude l’assessore – la resistenza psicologica al cambiamento è sempre molto forte, soprattutto in tema di viabilità, ma l’idea è vincente, questa condivisione con le associazioni lo conferma e lo confermerà anche l’opinione della larga maggioranza dei cittadini una volta che l’intervento prenderà la sua forma definitiva con la posa del nuovo arredo urbano, cui stiamo lavorando, il quale darà al contesto una bellezza nuova”.

[Il comunicato dell’amministrazione]

Uno scorcio di piazza papa Giovanni XXIII
Uno scorcio di piazza papa Giovanni XXIII

© Riproduzione riservata
Commenti