Commenta

Area vasta Adda Serio, l’ok
dell’assemblea dei sindaci

Casorati, Polig, Rossoni, Bonaldi, Grassi

Con l’approvazione dell’assemblea dei sindaci, il Cremasco conferma la volontà di creare, assieme al Lodigiano, l’area vasta Adda Serio. Il via libera definitivo è arrivato ieri sera dai 39 sindaci – su 42 – presenti in sala dei Ricevimenti, che chiedono formalmente al presidente regionale Roberto Maroni di “prorogare il termine del 31 maggio previsto per il confronto con le Istituzioni, in considerazione della complessità e della delicatezza delle scelte in gioco e di un tema così decisivo per il futuro dei territori e dei cittadini che li abitano”.

Dopo il parere favorevole del Consiglio provinciale, l’ipotesi di costituzione dell’area vasta Adda Serio verrà discussa e messa in votazione nella prossima assemblea provinciale, fissata il 31 maggio – da qui la richiesta di dilazione avanzata alla giunta regionale. Altro passaggio fondamentale sarà quello del 23 maggio, quando il documento approvato ieri sera verrà consegnato in forma ufficiale al tavolo di istituzionale della Regione – e coordinato dal sottosegretario Daniele Nava – che ha promosso un incontro presso il Comune di Crema.

Ma c’è una novità: l’area vasta Adda Serio apre alla possibilità di aggregazione ai territori della Gera d’Adda. I sindaci cremaschi hanno recepito la proposta avanzata dalla Lega Nord provinciale nei giorni scorsi (in allegato il documento integrale), in cui viene sottolineato come l’estensione al Trevigliese segua criteri di “eredità storica, omogeneità del tessuto economico e sociale e contiguità geografica” oltre al “comune interesse a salvaguardare e condividere la massima autonomia e le caratteristiche ecologiche dei territori”.

Alcuni dei presenti all'assemblea

Alcuni dei presenti all’assemblea

Dunque, sulla sponda cremasca i lavori proseguono spediti. Tra le prossime priorità in calendario ci sarà la costituzione di un tavolo di lavoro e di confronto con l’Assemblea lodigiana, come già annunciato a margine dell’incontro della scorsa settimana. Al contempo, è stato affidato allo studio Vitale Novello Zane di Brescia un approfondimento sul Cremasco e sulle possibili sinergie con il Lodigiano.

Infine, a seguito della presa di posizione del Carroccio, anche il Partito Democratico ha rotto gli indugi schierandosi a favore del progetto della nuova area vasta Adda Serio: “come Partito Democratico – afferma Omar Bragonzi, coordinatore del Cremasco – sosteniamo il documento approvato all’unanimità dai sindaci cremaschi e ci auguriamo che anche le altre forze politiche presenti sul territorio lavorino con noi ed i sindaci per il raggiungimento dell’obiettivo di creare sinergie e sviluppo per la gestione dei territori ed il bene della cittadinanza cremasca e lodigiana” (intervento completo in allegato).

[Area vasta Adda Serio, il documento]
[La proposta della Lega Nord]
[Partito democratico, la presa di posizione]

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti

Direttore
Mario Silla
direttore@cremonaoggi.it

Redazione
via Bastida 16 – 26100 Cremona
redazione@cremaoggi.it

Telefono Centralino
0372 8056

Telefono redazione
0372 805674/805675/805666
Fax 0372 080169

Pubblicità
Tel 0372 8056
pubbli@cremonaoggi.it

Ed. UNOMEDIA srl, via Rosario 19, Cremona Direttore Responsabile Mario Silla.
Iscritto nel pubblico registro presso il Tribunale di Cremona al numero 461 dal 29 aprile 2011

Created by Dueper Design