Commenta

Crema.comX, la rassegna
fumettistica che mancava

I partecipanti alla conferenza stampa

Anche Crema avrà la sua rassegna dedicata al fumetto. Si chiamerà Crema.comX e si svolgerà il 16 e 17 aprile alle sale Agello del museo civico di Crema e del Cremasco. Due giorni aperti a tutti, non solo agli addetti ai lavori: l’iniziativa sarà rivolta a tutti, dai cultori del vasto mondo dei comics a chi ha letto solo qualche numero di Topolino, dagli aspiranti disegnatori a chi per la prima volta proverà ad approcciarsi alle chine e al fumetto.

La rassegna è stata presentata ieri a palazzo comunale. Assieme agli organizzatori, un piccolo gruppo di cosplayers ha dato un assaggio del colore dell’iniziativa – cosplayers, ha spiegato Annalisa, sono gli appassionati di fumetti, anime, e serie Tv che decidono di impersonare il proprio personaggio preferito nelle fiere. Come loro molti altri prenderanno parte all’iniziativa alle sale Agello, alcuni dei quali provenienti dalle province limitrofe.

Il programma è denso e variegato: oltre a due angoli vendita – immancabili, per l’occasione – durante la rassegna si susseguiranno i laboratori di 3 tra i migliori fumettisti italiani: Sergio Gerasi, Francesca Follini e Franco Lucini. Gli appassionati potranno consultare le ultime uscite, e gli aspiranti fumettisti partecipare al concorso indetto domenica mattina – una gara a tema libero, l’altra a tema solidarietà. L’obiettivo sarà “creare un luogo di incontro per i fan del fumetto”, hanno spiegato gli organizzatori.

“Vogliamo superare i confini di Crema – ha affermato Nino Antonaccio, anima del comitato organizzatore – con la prima rassegna cremasca dedicata al fumetto”. “È un vero e proprio progetto – gli ha fatto eco Michele Ginevra, direttore del Centro Andrea Pazienza – per noi significa tornare a Crema a 10 anni dall’ultima iniziativa. Il fumetto, in Italia, ha fatto molta strada: non è più considerata un’arte per bambini e ragazzi, ma nel corso del tempo è arrivata a giocare un ruolo importante nel processo di alfabetizzazione”.

Crema.comXqui la pagina Facebook – ha ricevuto il plauso dell’amministrazione: secondo Paola Vailati, assessore alla Cultura, “l’arte è un importante collante, in questo caso un’occasione per avvicinare generazioni tra loro molto distanti”. D’accordo anche Matteo Piloni, assessore al Turismo: “la città è di chi la vive: con questa iniziativa gli organizzatori dimostrano di volerla vivere, e noi siamo ben felci di poter concedere spazi agli appassionati di fumetto e a chi, per la prima volta, vi si accosterà”.

© Riproduzione riservata
Commenti