Cronaca
Commenta

Controlli sul territorio:
arrestate 2 persone
nel fine settimana

Nella foto, la refurtiva recuperata.

Nell’ambito delle attività di contrasto ai furti e rapine in abitazione, i carabinieri di Crema e di Bagnolo Cremasco hanno tratto in arresto due persone: una in flagranza di reato mentre l’altra in esecuzione dell’ordine emesso dalla Procura di Cremona.

Entrambe le operazioni sono avvenute la sera di sabato 5 dicembre. La prima attorno alle ore 18.45, in via Nenni a Crema, dove i carabinieri della stazione di via Macallé hanno tratto in arresto N.E., albanese di 18 anni senza fissa dimora, nel bel mezzo di un furto in abitazione. Grazie alla segnalazione di alcuni residenti, i militari del Comando di Crema sono riusciti a sventare l’atto criminale e bloccare il diciottenne, recuperando così il maltolto: denaro, monili in oro e titoli di credito per un valore complesso di circa 1500 euro. Rinchiuso nelle camere di sicurezza della caserma, al processo – per direttissima – dovrà rispondere dei reati di furto in abitazione, resistenza e minaccia a pubblico ufficiale. Ancora in libertà, invece, il complice dell’arrestato, fuggito e non più rintracciato.

L’altra operazione è stata svolta dai carabinieri della stazione di Bagnolo Cremasco. Nella serata di sabato 5 dicembre, i militari hanno cinto le manette ai polsi di un operaio di 38 anni residente in paese, in esecuzione di provvedimento restrittivo emesso dalla sede cremonese della Procura della Repubblica. L’uomo era stato condannato con sentenza dell’8 ottobre 2014 dal tribunale di Cremona per furto continuato in luoghi di culto. Oltre ad una multa di 600 euro, il trentottenne dovrà scontare una pena carceraria di un anno, 9 mesi e 27 giorni; ad oggi si trova recluso presso la Casa circondariale di Cremona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti