Cronaca
Commenta

Soncino: corsi di
italiano per stranieri,
più iscritti ma meno ore

Molti gli iscritti, poche le ore a disposizione. È questa la situazione della scuola per stranieri di Soncino. Da più di trent’anni a questa parte, sono attivi corsi, riferiti agli stranieri, per l’apprendimento della lingua italiana, sia scritta che orale.
Dapprima era l’Amministrazione comunale a mettere a disposizione gli insegnanti. A questa, s’è aggiunta l’EDA – educazione degli adulti – di Crema. I corsi hanno sempre goduto di un discreto successo. Ad oggi, gli iscritti ammontano ad una trentina – cifra notevole, che testimonia il buon funzionamento del servizio.
Tuttavia, al crescere del numero degli stranieri richiedenti, diminuiscono le ore di lezione. Le difficoltà economiche dell’Amministrazione hanno influito sulla capacità d’erogazione del servizio. Mentre anni fa le lezioni iniziavano nel mese di ottobre, quest’anno sono iniziate solamente a gennaio. È stato inoltre soppresso il corso mattutino, il quale risultava particolarmente comodo alle donne. Quest’oggi, invece, le lezioni si tengono dalle 19 alle 21, il martedì ed il giovedì. Nota positiva rimane, comunque, l’eccellente partecipazione.
Le lezioni sono tenute da un’insegnante messa a disposizione dall’Amministrazione. In affiancamento alla docente, il servizio può contare su una ragazza del servizio civile ed alcuni volontari. “Gli indubbi benefici – scrive Franco Occhio – che l’apprendimento della lingua italiana ha per un miglior inserimento nella comunità di questo folto gruppo di stranieri (a Soncino sono oltre ottocento) dovrebbero forse spingere il volontariato soncinese, tanto attivo e presente in progetti di carattere sia locale che nazionale e internazionale, a prendersi a cuore anche questo problema”. Un auspicio, che si spera venga colto da chi di dovere.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti