Feste e turismo
Commenta

Mercatini, sole e
Gran Carnevale, Crema
da tutto esaurito

La giornata primaverile, i mercatini e il Gran Carnevale. Così la città è stata presa di mira da cremaschi e visitatori già dalla mattinata. Ed il flusso di persone in città, in maschera o meno, ha continuato ad essere costante fino al tardo pomeriggio, con la chiusura delle sfilate e dei mercatini. Buona quindi la seconda giornata del Gran Carnevale Cremasco che ha fatto segnare, dopo una prima domenica in sordina, il tutto esaurito in piazza GIovanni XXIII e sul percorso dei carri allegorici.
Aperta con il nuovi Inno al Carnevale: la Marcia del Gaget scritta da Davide Pedrinazzi, la sfilata ha visto protagonisti i cinque carri commentati da Marco Gipponi e Gianluca Savoldi. Davanti il carro della maschera cremasca con le ballerine brasiliane, Fuegos del Caribe, seguito dai carri in gara: Sua Maestà il carnevale dei Barabet, Il misterioso mondo del bosco del Comitato carnevale, animato dal gruppo delle Quade, Siamo alla frutta dei Pantelù, con il loro Lupin III. Infine il Magico teatrino degli Amici e Lo sceicco bianco dei Barabet ispirato all’arte di Federico Fellini.
Una giornata di festa animata anche dai gruppi a piedi: le maschere veneziane con Giacomo Casanova, il gruppo di Re Artù di Ricengo e l’Acquilone di Urago D’Oglio.
Il tutto condito da musica, coriandoli e stelle filanti. Molto buona la seconda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

.

© Riproduzione riservata
Commenti