Cronaca
Commenta

Droga e documenti falsi
Marocchino 35enne
finisce in carcere

AGGIORNAMENTO – Operazione antidroga dei carabinieri che hanno arrestato un marocchino 35enne, E.H. fermato a bordo di una Renault Clio insieme a un connazionale 41enne residente nel mantovano. I due sono stati notati e intercettati durante un pattugliamento delle strade secondarie nella campagne tra il Cremasco e la bassa bergamasca, tra Barbata, Fontanella, Gallignano e Casaletto di Sopra, zona di incontro tra spacciatori e clienti. In auto cinque dosi di cocaina e in tasca 420 euro provento delle vendite. Ma a far finire l’uomo nei guai anche i documenti falsi. L’uomo ha infatti esibito una carta d’identità del comune di Cesano Boscone ed una patente di guida, rilasciata a Milano, sempre con le stesse generalità e la sua foto ma entrambe false. Con le impronte digitali i due sono stati identificati. E’ risultato che il marocchino era stato fermato nel nostro territorio lo scorso 4 dicembre e allontanato dal territorio nazionale. L’uomo è stato quindi arrestato e condannato non solo per la detenzione di stupefacenti, ma anche per l’utilizzo di documenti falsi e per sostituzione di persona, in quanto utilizzava le generalità di un uomo di Cesano Boscone.
Al marocchino è stato notificato un ordine di carcerazione emesso dal tribunale di Brescia. Dovrà scontare nove mesi per aver fornito false generalità ai carabinieri di Cologne. Ora con questa ennesima condanno, e con l’Interpol che ha fornito le sue generalità, è probabile che al termine della pena venga definitivamente espulso dall’Italia.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti