Commenta

Viabilità a Ombriano
Il senso unico in via Clavelli
fa discutere: scontro Arpini-Giossi

La decisione di modificare la viabilità di via Clavelli non ha messo d’accordo tutti. Almeno, non così com’è stata concepita. Nel documento diramato poco tempo fa da alcuni consiglieri residenti ad Ombriano, questa modifica era stata enucleata. Al riguardo, scrivevano: “suggeriamo, andando incontro anche alle richieste dei residenti, di realizzare un senso unico in questa via”.

Ma questa modifica, come si diceva, fa discutere. E a lamentarsi è proprio uno dei firmatari del documento: Tino Arpini, consigliere di minoranza per “Solo cose buone per Crema”. Spiega il consigliere: “Che la via Clavelli debba essere a senso unico siamo tutti d’accordo; magari anche verso via Renzo Ceri ma nella soluzione della inversione di marcia di quest’ultima via in direzione centro città”. Il problema, stando a quanto scrive il titolare della ferramenta L’angolare, sta nelle costrizioni che da questa modifica scaturiscono. “Senza l’inversione di marcia di via Renzo Ceri – specifica Arpini –, uscendo da via Clavelli si è obbligati ad andare sulla via Torre-Pandino”.

Ma il “difficoltoso incrocio detto della Torre non consente di girare a sinistra a coloro che arrivano da Renzo Ceri e quindi non ci sono alternative che allargare il giro sulla Torre-Pandino”. E non è finita qua. La situazione peggiore riguarda “colui che avesse l’esigenza di raggiungere via Roggia Comuna e si troverebbe costretto a conseguire la meta via tangenziale”. Una serie di peripezie di transito che, insomma, avrebbero l’effetto di complicare il tragitto, piuttosto che agevolarlo.
Conclude, Arpini, invitando i colleghi ombrianesi di maggioranza a “guardare a progetti più lungimiranti e articolati che non adottare una soluzione illogica, quale che sia, giusto per dare l’impressione di fare qualcosa”.

Immediata la replica del Pd, firmatario come Arpini del progetto di revisione della viabilità di Ombriano e Sabbioni.
A parlare a nome della compagine è il capogruppo Gianluca Giossi, che ritiene quella di Arpini una presa di posizione contro l’amministrazione che sta intervenendo a Ombriano.
“L’ipotesi del senso unico in via Clavelli, non e’ solo un’ipotesi contenuta nel documento sottoscritto anche da Arpini, ma soprattutto una richiesta di alcuni residenti che, lamentando la difficoltà di parcheggiare nella via, hanno avanzato questa proposta all’amministrazione. La soluzione permetterà quindi non solo di avere dei parcheggi nella via, ma anche di migliorare la sicurezza della stessa via Chiesa. Un primo passo verso una migliore viabilità nel quartiere che, ci auguriamo, possa continuare con la chiusura dell’accesso in entrata da Lodi, che risolverà le criticità dell’incrocio tra via Torre, migliorando la situazione interna al quartiere.
Infine, stiamo attendendo fiduciosi i finanziamenti regionali con i quali si sistemerà la ciclabile di viale Europa e la stessa viabilità con la realizzazione di una prima rotonda. Questi sono fatti concreti, che nascono anche dal ruolo che come consiglieri stiamo svolgendo e che sono inseriti nel corposo documento sottoscritto da tutti. Le lamentele di Arpini, di fronte a questo lavoro condiviso, sono per noi incomprensibili e senza senso”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti