Cronaca
Commenta

La biblioteca diventa
multilingue: sito tradotto dai
ragazzi del liceo Racchetti

La biblioteca diventa multilingue grazie ai ragazzi del liceo classico Racchetti. Grazie ad un progetto messo in campo nell’ambito del percorso formativo Alternanza scuola-lavoro i ragazzi della 3^ D e 3^ F liceo hanno tradotto nelle principali lingue europee alcune sezioni del sito della biblioteca comunale. In particolare sono stati tradotti in inglese, francese, tedesco e spagnolo, la carta dei servizi della Biblioteca, che presenta i servizi erogati e le modalità di accesso ad essi; la storia di Palazzo Benzoni, sede della biblioteca e il regolamento del servizio di prestito degli E-book readers, i lettori di libri digitali, che presenta e regolamenta il più recente servizio sperimentato dalla biblioteca.
Le traduzioni multilingue sono state pubblicate online proprio nei giorni scorsi e danno un valore aggiunto al sito della biblioteca cittadina.
Permettono, infatti, di stare “al passo con i tempi”, offrendo servizi multilingue in linea con altri istituti culturali, di allargare a un pubblico linguisticamente e geograficamente sempre più ampio la possibilità di conoscere le risorse della biblioteca e le sue modalità di accesso, di promuoverne la visibilità presso cittadini stranieri, residenti e non sul territorio cremasco, e soprattutto di soddisfare le sempre più numerose richieste di iscrizione alla biblioteca e al servizio Internet di utenti di madrelingua non italiana, che, per motivi di studio o di lavoro, frequentano la struttura e hanno necessità di comprendere in modo chiaro le regole di erogazione dei servizi. Gli studenti hanno apprezzato questa esperienza lavorativa e mostrato notevole interesse per il tipo di traduzione in particolare per la terminologia biblioteconomica, che ha consentito loro di ampliare il vocabolario della lingua studiata con termini tecnici specifici del mondo bibliotecario.
Considerato l’esito proficuo della collaborazione la direzione scolastica e il comune di Crema hanno manifestato l’intenzione di proseguire questa attività congiunta. Prossimo lavoro: la traduzione del materiale del Museo Civico.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti