Cultura
Commenta

I “sognat(t)ori” del
Fatf pronti ad aprire
la XVI edizione

A pochi giorni dalla straordinaria festa di chiusura di “Appassiona(r)ti”, il Fatf ha presentato la XVI edizione, “da sogno”. E’ infatti, “Noi, sognat(t)ori” il tema dell’edizione di quest’anno ricca come sempre di eventi, laboratori, spettacoli e incontri che prenderanno il via già sabato a Concordia sul Secchia e domenica al teatro San Domenico con “Libero?” della Compagnia “Due”, in scena alle 15.30.
“Siamo pronti a ripartire con il consueto entusiasmo. – spiega Gloria Angelotti, presidente del Fatf – Il recupero della Festa di Piazza è stato un grandissimo successo, e ci dà lo slancio per sognare una grandiosa XVI edizione. È grazie alla capacità di investire sui sogni dei giovani e dei volontari che da anni ci sostengono con il loro entusiasmo e il loro lavoro, se il Fatf ha raggiunto tanti traguardi in questi anni. Con loro, e grazie al fondamentale supporto delle istituzioni, vogliamo continuare a dare ai più piccoli la possibilità di veder realizzati i loro sogni attraverso il teatro”.
Supporto confermato dalla recente firma di un Protocollo triennale che stabilisce rapporti di collaborazione e sostegno reciproco tra il Franco Agostino Teatro Festival, il Comune di Crema, la Fondazione San Domenico, l’Ufficio Scolastico Provinciale per la Lombardia, la Provincia di Cremona e la Camera di Commercio di Cremona.
Prende dunque il via questa nuova avventura del FATF, che come di consueto coinvolgerà tutto il territorio cremasco, lombardo e non solo e che sta già suscitando ottimi riscontri. “Le scuole che hanno collaborato con noi durante anno scolastico 2012/2013 hanno confermato la volontà di continuare il percorso, garantendo continuità al lavoro intrapreso dai ragazzi. – racconta Emanuela Groppelli, vicepresidente Fatf – Inoltre riceviamo continuamente moltissime nuove manifestazioni di interesse, non solo da insegnanti, ma anche da dirigenti scolastici e assessori.”
Molto presto cominceranno i laboratori e le attività nelle scuole, che come di consueto si concluderanno con la grande parata di maggio. Quest’anno più che mai, la Festa sarà un’occasione per i bambini di dar voce ai loro sogni: Nicola Cazzalini, a cui anche quest’anno è stata affidata la regia dell’evento, visiterà infatti tutte le classi per incontrare i bambini e invitarli a riflettere sul tema di quest’edizione. Sarà proprio a partire dagli esiti di questi incontri che verrà costruito lo spettacolo finale.
Il sottofondo musicale del viaggio di grandi e bambini verso il sogno sarà il jingle appositamente scritto per il Fatf da Umberto Bellodi, una musica divertente e coinvolgente che i piccoli sognatori impareranno a memoria e sulla quale balleranno invadendo il Campo di Marte il prossimo 24 maggio.
Mai come quest’anno, dunque, i bambini saranno protagonisti e ideatori della festa!
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti