Un commento

Stop alle razzie del
nomade sorvegliato
speciale, arrestato

I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile di Crema hanno arrestato Luca H., 29 anni, nomade sinti, residente a Monza, sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno a Paderno Dugnano, ritenuto responsabile della violazione degli obblighi imposti, ed in concorso con altri complici non identificati anche di ricettazione e possesso ingiustificato di arnesi da scasso. E’ stato preso dopo che aveva abbandonato un monovolume Citroen c-crosser rubato ad un 41enne di Albuzzano, nel Pavese. Il 29enne è stato bloccato a Spino d’Adda. Sull’auto sono stati recuperati numerosi arnesi da  scasso, attrezzatura antinfortunistica rubata ad un operaio a Morengo, nella Bergamasca,  un trapano demolitore e un flessibile con dischi rubati ad un artigiano a  Brignano Gera d’Adda. Sono in corso indagini per individuare i proprietari dell’altro materiale rinvenuto, tra cui due caschi da motociclista, una minimoto e un utensile demolitore. Numerosi sono i reati attribuiti al giovane fin da minorenne, reati commessi principalmente a Milano, Pavia, Cologno Monzese, Cusano Milanino, tanto da essere dichiarato delinquente abituale. Il comportamento anomalo delle persone a bordo del monovolume rubato a Pavia è stato segnalato ieri lungo la Rivoltana da una donna a cui avevano tagliato la strada. La signora ha risposto alla manovra pericolosa con un gesto di disappunto, e i malviventi hanno fatto inversione di marcia con l’intenzione di inseguirla. Il traffico congestionato dall’incidente mortale a Truccazzano li ha fatti desistere, si sono fermati in un parcheggio e sono scesi. Preso il numero di targa, il 112  ha attivato le ricerche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Mauro

    Questo ha una fedina penale lunga 5 fogli di protocollo e girava ancora tranquillo ….. certezza della pena inesistente e sicurezza sempre minore.
    Siamo la Repubblica dell Banane … VERGOGNA !