Commenta

‘Una potenziale bomba’
Polstrada scopre congegno
per disattivare abs, limitatori di velocità
e cronotachigrafo a bordo di un camion

Il congegno montato sul camion

Non un camion, ma un a potenziale bomba. Così gli agenti della Polstrada di Crema hanno definito l’autoarticolato che hanno fermato e sequestrato lo scorso sei luglio a Soncino. Una potenziale bomba, con capacità di carico fino a 440 quintali che poteva essere lanciata a tutta velocità senza meccanismi di sicurezza e nemmeno Abs. A notare l’anomalia del cronotachigrafo che poi ha condotto alla scoperta del meccanismo sofisticato in grado di azzerare i chilometri percorsi e inficiare il dispositivo di controllo e limitazione della velocità, fissato a 87 chilometri orari, l’agente della polizia stradale di Crema, Domenico Barba. Un piccolo congegno azionato da un telecomando, installato in corrispondenza del sensore del camion, ritrovato dopo aver smontato l’intero abitacolo su autorizzazione della Procura della Repubblica.

A smontare pezzo per pezzo l’autocarro e a permettere la scoperta del nuovo e sofisticato sistema di truffa in grado di creare un serio pericolo sulle strade, l’officina Gorini di Castelleone e la ditta Siemens. La Polstrada ha sanzionato il conducente e posto sotto sequestro il camion. Ora sta indagando per capire dove sia stato realizzato il congegno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti