Cronaca
Commenta3

Incentivi ai dipendenti,
Rsu sul piede di guerra:
‘Escluso un terzo dei colleghi’

Comune, Rsu sul piede di guerra contro la giunta comunale. Il problema? Gli incentivi alla produttività, che di fatto, secondo le rappresentanze sindacali, escluderebbero un terzo dei dipendenti. A differenza di quanto concordato nei mesi scorsi, la giunta con una delibera della scorsa settimana avrebbe deciso di finanziare solo alcuni progetti.

“Le Rsu – recita il comunicato – esprimono forte indignazione e disapprovazione su come l’amministrazione comunale ha provveduto alla distribuzione, ai dipendenti comunali, di 50.000 euro concordati il 10 dicembre 2012 per gli incentivi alla produttività. Al tavolo della trattativa era apparso chiaro a tutta la delegazione sindacale che l’obiettivo era di arrivare ad una distribuzione degli incentivi che riconoscesse a tutto il personale, sulla base del sistema di valutazione vigente, l’impegno dimostrato per il mantenimento di ottimi servizi ed il raggiungimento degli obiettivi dell’ amministrazione appena insediata”.

E invece, una doccia fredda: nella delibera di giunta un terzo dei dipendenti sarebbero stati esclusi. “Questa delibera di giunta non è stata comunicata alle Rsu che infatti l’hanno visionata solo in questi giorni. Così non possiamo che prendere atto, come al solito a scelte già operative, che nostri colleghi non riceveranno un euro di produttività. A questa giunta di centrosinistra chiediamo comunicazione, confronto e trasparenza fino in fondo e tutto ciò lo chiediamo in tempo reale non a fatti e scelte avvenute”, concludono le Rsu.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti