Commenta

Scrp, via libera dei sindaci
all’ultimo rendiconto
dell’era Bonoldi

Nella foto, di repertorio, un’assemblea dei sindaci

Ultimo bilancio dell’attuale Cda di Scrp e del presidente Corrado Bonoldi. Con l’approvazione del rendiconto di gestione, 96 pagine in cui sono rinchiuse tutte le azioni messe in campo dalla società partecipata regina che presenta un utile di 45mila euro. Utile ridotto rispetto allo scorso anno, quando l’utile era stato di 116mila euro.

Il via libera al bilancio è arrivato da parte dei sindaci con solo cinque astensioni, e con alcune questioni ancora aperte, come quella relativa ad Scs Servizi Locali società gestita da qualche mese dall’amministratore unico Gianfranco Ervin  che a fine anno presentava ancora un indebitamento pari a 4milioni e 430mila euro.

Sul futuro della società la discussione è aperta tra coloro che vorrebbero chiuderla e coloro che ritengono che la chiusura immediata non sia possibile. Rinviate a data da destinarsi, che non sarà tanto distante, la decisione in merito alla nomina del nuovo Cda che dovrà essere composto da cinque membri dei quali due nominati dai sindaci o dai partiti e gli altri tre nominati da individuare all’interno della società. Pare tramontata l’ipotesi di un amministratore unico, proposto dal sindaco Stefania Bonaldi e dal centrosinistra, ed osteggiata dal centro destra, Pdl in testa. E anche da Rifondazione Comunista che si era fin da subito detta contrari all’amministratore unico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti