Sport
Commenta

L’Erogasmet batte
Pisogne e ipoteca
il quarto posto

L’Erogasmet blinda il quarto posto nella classifica generale al termine della regular season e contemporaneamente ristabilisce i rapporti di forza con i prossimi avversari del primo turno di play-off, l’Iseo Serrature Pisogne vincitore all’andata.

I sebini hanno opposto resistenza solamente per i primi due quarti, cedendo poi all’accelerazione imposta dei padroni di casa ad inizio ripresa. Curiosamente, come accadde lo scorso anno con Orzinuovi, si avrà sabato prossimo un curioso effetto “deja vù” nel primo turno di play-off. L’Erogasmet è apparsa in netta crescita rispetto alle ultime uscite, il livello del gioco è decisamente lievitato grazie ad una più precisa e puntuale circolazione di palla, che ha portato i biancorossi locali a scelte di tiro più ponderate ed appaganti.

In avvio erano soprattutto Anzivino e Ferri a spingere avanti l’Erogasmet, con Pisogne che controbatteva efficacemente, soprattutto con il proprio uomo più in vista, il rientrante Filippi. Il quarto terminava con i cremasche avanti di quattro lunghezze, che diventavano otto a fine secondo quarto, quando su un mancato fischio per un evidente fallo su Anzivino i grigi fischiavano un eccessivo fallo antisportivo a Galletta ed un tecnico a coach Galli. Pisogne dalla lunetta ricuciva lo strappo e si andava al riposo sul punteggio di 37 a 36.

La ripresa si apriva sotto il segno di Andrea Bianchi. La guardia milanese imprimeva alla gara il sigillo della propria classe cristallina, facendo la parte del leone nel parziale che permetteva all’Erogasmet di prendersi il primo vantaggio in doppia cifra, grazie anche alla collaborazione in fase realizzativa del centro Persico. Pisogne accusava il colpo e cominciava a pensare ai play-off, giocando con meno intensità difensiva e tentando di nascondersi.

Acquaviva e Salvetti colpivano con buona regolarità, ma coach Mazzoli perdeva l’apporto di Filippi, in evidente debito di ossigeno. Nonostante un fallo tecnico fischiato a Denti, l’Erogasmet chiudeva l’incontro senza troppe difficoltà, e l’ultimo giro di lancette dava l’opportunità al giovane Fontana ed al rientrante Sandro Tagliaferri di calcare il parquet, accolto da un lungo applauso.

Da sabato saranno play-off e tradizionalmente sarà un altro basket. L’incrocio con Pisogne si presenta, nonostante il risultato di ieri, denso di insidie, soprattutto in vista dell’incontro di giovedì 9 sul tradizionalmente ostico parquet del Palaromele. Il rientro di Tagliaferri e quello atteso di Carlo Bianchi dovrebbero dare ancora più pericolosità ai biancorossi e migliorare le rotazioni, in vista di un confronto  al calor bianco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti