Cronaca
Commenta

Ato, in provincia investimenti
per oltre 3 milioni di euro,
Nel Cremasco 850mila euro

Oltre tre milioni di euro di investimenti per l’Ufficio d’Ambito della Provincia di Cremona per migliorare il servizio idrico nel territorio. Questa mattina, presso la sede della Provincia, sono stati sottoscritti gli Accordi di Programma per interventi in 15 comuni, per un valore totale di 3,1 milioni di euro, di cui 1,4 milioni finanziati al 70% dalla Regione e al 30% dall’Ufficio d’Ambito, mentre altri 1,7 milioni finanziati interamente dall’Ufficio d’Ambito.

Nel Cremasco due gli interventi fondamentali per un totale di 850mila euro. Si tratta del potabilizzatore di Pieranica e Quintano che ha un costo di 350mila euro e dei pozzi, delle vasche di stoccaggio e del rilancio a servizio di Castel Gabbiano, Casale Cremasco, Camisano e Ricengo. Il primo stralcio da Casale a Ricengo avrà un costo di 500mila euro.

Il presidente Massimiliano Salini, presente alla sottoscrizione degli accordi, ha sottolineato l’importanza di questa “fase cruciale per il rinnovamento del servizio idrico nel nostro territorio. Si va avanti senza sosta, al momento per piccoli passi, e il futuro gestore avrà una eredità importante”. Il presidente dell’Ufficio d’Ambito Gian Pietro Denti ha ricordato che a breve ci saranno altri interventi per le aree con concentrazioni di inquinanti (arsenico) per un valore di ulteriori 500mila euro, che aggiunti agli investimenti sottoscritti oggi porteranno il totale degli investimenti sull’arsenico a 1,9 milioni di euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti