Un commento

Elezioni in Regione
Centrosinistra, Ambrosoli candidato
Formigoni: ‘Lega, non fare la zitella’
Maroni: “Possiamo correre da soli”

Nella foto, Ambrosoli

Non manca molto al 15 dicembre. E’ il giorno in cui sono attese le primarie del centrosinistra in vista delle elezioni regionali. Anzi, forse è meglio dire: sarebbero attese. E’ necessario usare il condizionale. Umberto Ambrosoli, figlio dell’eroe borghese Giorgio, può sconvolgere tutto. E’ lui il candidato ‘condiviso’ da diversi partiti, capace di evitare l’organizzazione delle primarie? Ha già raccolto consensi il suo possibile progetto civico, che va oltre lo schema delle singole sigle (Pd, Idv e Sel, per citarne alcune). E infatti, nella serata di giovedì, Ambrosoli ha annunciato l’intenzione di candidarsi per un centrosinistra ‘allargato’. In una nota ha spiegato: “Renderò noto a breve l’ampio e qualificato elenco di coloro che preliminarmente mi hanno sollecitato con spirito civile a dichiarare disponibilità a candidarmi alla Presidenza della Regione Lombardia per consentire un cambiamento vitale per le condizioni democratiche di questa istituzione”. “Si comprenderà – ha aggiunto – che si tratta di istanze molto significative, cui si vanno aggiungendo figure rappresentative in un arco di posizioni che appare fin da ora ampio, importante, plurale”. “Ampio – ha proseguito Ambrosoli – anche più di ciò che ha fin qui rappresentato la connotazione tradizionale, cioè dei partiti, di centrosinistra”.

La newsletter di Formigoni

Intanto, però, le primarie restano. E’ la posizione ufficiale. Qualcuno, anche tra i candidati, si era già mostrato disponibile a un passo indietro in caso di ‘ok’ da Ambrosoli. Ma non c’è moltissimo tempo per la raccolta delle firme. Le diverse macchine organizzative si stanno mettendo in moto.

Anche Fabio Pizzul, ormai ex consigliere regionale democratico, ha annunciato la sua corsa alle primarie. “In questo momento – si legge in una sua dichiarazione su Repubblica – ciascuno è chiamato a dare il suo pezzetto di contributo. In quest’ottica ci metto la faccia e ho cominciato a raccogliere le firme per presentarmi”. Ma è pure “pronto a ragionare su tutte le sintesi possibili anche prima delle primarie”. Un riferimento ad Ambrosoli, al quale però aveva detto: “Partecipi”. C’è inoltre la ginecologa della Mangiagalli Alessandra Kustermann: ha presentato candidatura e si prepara alla raccolta delle firme.

Il governatore uscente Roberto Formigoni, passando al centrodestra, ha invece lanciato una sorta di appello alla Lega, che ha intenzione di presentarsi alle elezioni in solitaria (supportando Roberto Maroni). Il messaggio del Celeste: “Non fare la zitella. Restiamo uniti” (vedi foto nel testo). E’ il titolo della newsletter quotidiana #FORnews presente sul suo sito. Intanto, anche l’ex sindaco Gabriele Albertini, europarlamentare Pdl, ha sciolto le riserve. Ha già dichiarato di pensare a una lista civica, si dovrebbe chiamare «L’onestà al potere». E dalla parte del Carroccio, Roberto Maroniparla già da candidato: “Non ho paura di nulla. Nemmeno di correre da soli”. La decisione è rimessa alla riunione del consiglio federale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Ted

    Certo che Albertini e Maroni sono sulla scena politica da oltre 20 anni, in Lombardia.. Che cojoni!!