Economia
Commenta

Open Day delle imprese,
Confcommercio:
«Bilancio positivo»

Nella foto, di repertorio, un incontro tra Confcommercio e gli imprenditori

L’Open Day della Confcommercio, oggi a Crema, si chiude con un bilancio positivo. La giornata era partita in sordina, poi l’adesione è cresciuta con il passare delle ore. E nel pomeriggio, anche se come è ovvio non c’è stata la ressa, il flusso di imprenditori del terziario (o di chi aspira ad aprire una attività) è stato continuo.

“Abbiamo iscritto una decina di nuovi soci –  spiega alla conclusione della giornata il direttore Laura Guglia -. Ma soprattutto ci sono stati richiesti una cinquantina di  preventivi per i nostri servizi, di contabilità e paghe. Solo nei prossimi giorni sarà possibile sapere quanti si tradurranno in contratti veri e propri”.

Ciò che è evidente è che per la giornata dell’Open Day sono stati praticati prezzi particolarmente vantaggiosi.
“La qualità dei servizi della Confcommercio – continua Laura Guglia – è testimoniata dal fatto che siamo la più grande rappresentanza di impresa in Italia. E anche in provincia di Cremona superiamo, per numero di iscritti, le altre Associazioni del terziario. Abbiamo offerto questa qualità a prezzi ancora più convenienti”.

Quindi spiega le ragione che hanno ispirato l’Open Day. “A Crema siamo arrivati solo da qualche mese – continua il direttore -. Abbiamo organizzato, raccogliendo le richieste delle imprese, la serata di “ApritiCrema”. Oggi, invece, abbiamo voluto testimoniare di poter essere vicini alle imprese nel loro lavoro quotidiano.

E’ stata, insomma, una buona occasione di marketing, cercando di aiutare le imprese a ridurre i costi di esercizio: una misura più cha mai necessaria in questi momenti di crisi”.

Insieme alla Confcommercio hanno accettato la sfida dell’Open Day anche altre realtà collegate al mondo Confcommercio. A proporre i vantaggi riservati a chi è socio si sono ritrovati la compagnia di Assicurazione Vittoria, la Gas Sales che si occupa di servizi di fornitura di gas ed energia, la 3 per quanto riguarda la telefonia, la Padana Impianti e la Arema, specializzate in tutto quanto è inerente alla ristorazione e il settore del food.

“Abbiamo riservato particolare attenzione anche al tema del credito – dichiara il direttore Guglia – Con il nostro consorzio Fidi offriamo garanzie fino all’80 per cento dei finanziamenti. E si può scegliere, per avere un mutuo, tra una cinquantina di istituti di credito”. Tre realtà locali erano presenti anche all’Open Day: Cariparma, la BCC Adda e Cremasco e la Popolare di Crema. “A tutti i partecipanti alla giornata, va il mio ringraziamento – conclude Laura Guglia – Con la loro presenza hanno voluto testimoniare la loro vicinanza alle imprese. E’ questa sinergia un segnale positivo, un incentivo a credere, tutti insieme, nella ripresa”.

“Entrare nel mondo della Confcommercio – ha spiegato il presidente provinciale Pugnoli – significa essere quotidianamente ascoltato, tutelato ed assistito su tutti gli aspetti che possono riguardare l’attività di una azienda. Siamo, per numero di associati, la più grande realtà di rappresentanza delle aziende. Sono imprenditori ed imprenditrici che appartengono a diversi comparti del terziario: imprese commerciali all’ingrosso e al dettaglio, gli operatori su area pubblica, gli alberghi, i ristoranti, le agenzie di viaggio, i pubblici esercizi, le agenzie immobiliari, le aziende di comunicazione, di informatica, di servizi ausiliari alle imprese e alle persone, di intermediazione, i liberi professionisti titolari di partita iva. A tutti loro è dedicato il nostro Open Day”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti