Ultim'ora
Commenta

Consiglio comunale, nuove nomine
possibili nuovi scontri
tra le minoranze

Giardini di piazzale Rimembranze, viabilità di via Colombo, Imu, edifici fatiscenti e soprattutto nomine. Questi gli argomenti chiave del consiglio comunale che tra qualche ora segnerà la fine dei lavori per l’amministrazione di Crema, che aprirà poi la pausa estiva.

SICUREZZA AI GIARDINI E VIABILITA’ IN VIA COLOMBO

Un consiglio convocato alle 20,30 che vede come primi due punti all’ordine del giorno due interpellanze presentate dal capogruppo di Servire il cittadino, Antonio Agazzi. Una in particolare ha fatto molto discutere nel momento delle sua pubblicazione circa un mese fa: si tratta di quella che riguarda la sicurezza ai giardini pubblici. Secondo il consigliere comunale sarebbe opportuno che l’amministrazione guidata dal sindaco Stefania Bonaldi intervenisse per cercare di mettere ordine ai giardini pubblici diventati, a detta di Agazzi, un bivacco per stranieri ubriaconi. Un’area che dovrebbe invece appartenere ai cittadini e soprattutto alle mamme ad ai bambini essendo un polmone verde all’interno della città, che potrebbe  essere frequentato durante le calde estati cremasche. Altra interpellanza riguarda le mitigazioni ambientali richieste dai residenti di via Colombo dopo la modifica della viabilità. Anche in questo caso Agazzi chiede al sindaco come intenda intervenire per andare incontro alle richieste dei cittadini

LE NOMINE E IL DISACCORDO DELLE MINORANZE

In discussione stasera in sala degli Ostaggi anche parecchie nomine: due rappresentanti del consiglio comunale nel comitato di gestione dell’asilo nido comunale, tre rappresentanti del consiglio comunale nella commissione scuole materne autonome, due rappresentanti dell’amministrazione comunale nel comitato di gestione scuola materna comunale, la nomina del Collegio dei Revisori dei Conti del comune di Crema e quello delle farmacie comunali. Nomine che a quanto sembra potrebbero far discutere un’altra volta le minoranze, come era già successo per la commissione di Garanzia, che aveva visto contrapporsi da un lato il Pdl e dall’altro il Movimento 5 stelle, la lista Servire il cittadino e quella Solo cose buone per Crema. Anche in questo caso pare che non sia stato trovato un accordo tra le opposizioni che potrebbero un’altra volta andare allo scontro. Questo per lo meno fino a qualche ora fa, ma c’è sempre la possibilità che in queste ultime ore sia stato raggiunto un accordo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti