Cronaca
Commenta

Spino ecologica
con l’autunno
amplia il depuratore

Spino d’Adda amplia il depuratore e riconferma la sua anima ecologica. Dopo esser stato eletto “comune riciclone” con una percentuale di raccolta differenziata superiore al 74 per cento, continua con il cammino verso la diminuzione delle emissioni di CO2, in linea con il patto dei Sindaci. I lavori inizieranno con l’arrivo dell’autunno, in anticipo rispetto alla previsione stilata nel piano delle opere: il depuratore aumenterà la capacità portandola a soddisfare 9 mila abitanti, il doppio rispetto alle prestazioni attuali. L’intervento non avrà oneri aggiuntivi per i cittadini e non graverà sui parametri di bilancio interessati. A ciò si aggiunge la salvaguardia del fiume Adda, questione da sempre a cuore di associazioni ambientaliste come SOS Adda e Legambiente. “Spino aspettava da anni questo intervento, ma la precedente amministrazione per svariati motivi non era stato in grado di effettuarlo – commenta il sindaco Paolo Riccaboni – In un solo anno è opera che si aggiunge a opere distinguendo Spino per la ricchezza d’iniziative, anche nell’ambito dei lavori pubblici”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti