Cronaca
Commenta

“Rosso di sera”
il San Luigi
aiuta Mirandola

“31 Luglio 2012. Navigazione verso via Pietri, direzione Scuola media (sede temporanea del Comune). H 14.30 parcheggio a +35° sull’asfalto bollente. Il tempo di scendere dalla macchina e ci troviamo circondati da Tende e Container e gente con le rispettive divise. Siamo stati a Mirandola, una delle cittadine emiliane più gravemente colpite dal sisma della primavera scorsa”. A parlare sono don Lorenzo Roncali Gabriele Pendola, referenti del Centro Giovanile San Luigi di Crema, che lo scorso 15 giugno si sono messi all’opera con la Commissione Pastorale per organizzare una serata a favore dei terremotati. Polizia Locale, Vigili Urbani, Carabinieri, Croce Rossa, Vigili del Fuoco e la Polisportiva del San Luigi sono scesi immediatamente in campo per un mini-torneo di Calcetto. La loro collaborazione e la generosità di tutti i partecipanti ha permesso di dar vita ad una raccolta fondi, proseguita la sera stessa tra stand Gastronomico, Laboratori espressivi e gadget offerti dall’Avis ripaltese, per un totale di 800 euro. “Pochi certamente – commentano i responsabili – Ma potranno almeno in piccola parte dare una mano sincera a Mirandola”. Come in tutti i Comuni colpiti dal sisma, la parola d’ordine è “ripartire”, rialzarsi e ricostruire senza lasciarsi sopraffare dallo sconforto della distruzione vissuta ormai come realtà quotidiana. La solidarietà cremasca ben si sposa con l’irriducibile spirito della popolazione emiliana, pronta a reagire e riprendersi nel minor tempo possibile.”Ringraziamo dunque il Comune di Mirandola per l’accoglienza e per gli importanti propositi di collaborazione e scambio futuri nei quali crediamo fermamente”, concludono don Lorenzo e Gabriele, che intendono mantenere alta l’attenzione sull’emergenza terremotati anche attraverso social network e Youtube diffondendo il brano “Rosso di sera”, dedicato proprio alla causa emiliana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti