Commenta

Stefano Rambaldi va a giocare in DNA
alla corte del cremasco Alessandro Crotti
“Fondamentale l’esperienza a Crema”

Stefano Rambaldi è stata una delle sorprese del campionato di basket DNC dello scorso anno, ed il suo ingaggio nella categoria superiore ai Knights di Legnano non ha certamente sorpreso nessuno.

“A CREMA HO RIPRESO FIDUCIA”

Romano classe 1991 formatosi nelle giovanili della Stella Azzurra Roma, è giunto all’Erogasmet Crema grazie alla segnalazione del suo ex allenatore a Rieti Alessandro Crotti, ed ora, dopo la splendida stagione 2011/12 in maglia biancorossa, raggiunge nuovamente il coach cremasco a Legnano.
Ma dalle sue parole emerge, sia l’entusiasmo per il prossimo campionato di Divisione Nazionale B, sia l’affetto per la società cremasca appena lasciata.
Per Rambaldi, l’obiettivo per la prossima stagione è quello di affermarsi nel campionato superiore: “Dopo aver giocato in questo campionato a 17 anni con la Tiber Roma, ora a 20 anni ho l’opportunità di dire la mia”.
Fondamentale l’esperienza vissuta a Crema, per il giovane romano, soprattutto “per riprendere fiducia, dopo uno scarso utilizzo in DNA con Rieti – aggiunge Rambaldi – Ho imparato a gestire le responsabilità, ed a sperimentale nuovi aspetti del mio gioco” conclude Rambaldi, che alla fine ringrazia tutta la società e i tifosi per l’affetto dimostrato.
Quanto alle differenze e alle analogie tra i due coach Crotti e Galli, Rambaldi diche che si tratta di due grandi lavoratori: “Crotti analizza e prepara a fondo le partite, sul piano tattico, cercano entrambi di facilitare il lavoro ai loro giocatori. Galli ha un carattere più complicato, anche se io non ho avuto problemi d’intesa”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti