Commenta

Definiti i calendari di basket
per la Divisione Nazionale C
L’Erogasmet programma i primi colpi

Sono stati definiti i calendari della stagione agonistica di pallacanestro 2012/2013 , ratificati dal Consiglio Federale di sabato scorso, ma dettati in gran parte dalla crisi economica di tante società.
Infatti, delle formazioni aventi diritto, ben 38 hanno rinunciato all’iscrizione al campionato (4 in Divisione Nazionale A, 7 in divisione Nazionale B e 27 in Divisione Nazionale C.

TANTE SQUADRE HANNO RINUNCIATO

Proprio nella DNC, nella quale sono impegnate oltre all’Erogasmet Crema, anche MG Kvis Piadena e BCC Orzinuovi, la pioggia di defezioni ha costretto la Federazione ad anticipare di un anno la riforma varata la scorsa primavera, riducendo, sia il numero di gironi da 9 ad 8, sia il numero delle squadre partecipanti ad ogni girone, limitandolo a 14 (con l’eccezione del girone toscano-umbro a 15 squadre).
Mentre le partecipanti alla DNA si disputeranno in un girone unico l’accesso in LegaDue Gold e LegaDue Silver, entrambe al via la prossima stagione, la DNB si dividerà in due gironi mentre in DNC sono previste ben 13 promozioni (le 8 vincenti dei play-off e le cinque vincenti degli spareggi tra le finaliste) a fronte di una sola retrocessione per girone.

CONFERMA DEL “BLOCCO CREMASCO”

La caotica situazione nella quale versano molti club spiega l’attendismo di molte società, come ad esempio l’Erogasmet Crema, che hanno preferito attendere l’evolversi della situazione per piazzare i primi colpi di mercato.
Da tutta questa situazione, deriva che molti giocatori importanti  per la categoria siano liberi da contratto e sull’esperienza dello scorso anno, con l’arrivo di giocatori come Rambaldi, a ridosso dell’inizio della stagione, si impone di non agire di fretta, ma attendere le occasioni migliori.
Sarà un’Erogasmet diversa, viste le defezioni di capitan Rossetti, cui l’inserimento di Desio nel girone piemontese ha tolto la soddisfazione del ritorno a Crema da avversario, Rambaldi, giunto a Legnano alla corte di Alessandro Crotti, e Roberti, ingaggiato da Orzinuovi, ma non rivoluzionata, alla luce della conferma del blocco “cremasco”, che pare più che probabile, cui si aggiunge Chiari.
Dal 30 settembre, data di inizio dei campionati, si saprà se la tradizionale lungimiranza della dirigenza cremasca consentirà di ripetere anche quest’anno i buoni frutti delle stagioni passate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti