Spettacolo
Commenta

University of London Chamber Choir
oltre 350 persone all’Auditorium Manenti
successo per la musica sacra britannica

Oltre 350 persone hanno affollato l’Auditorium Manenti per la settima edizione del concerto dedicato alla musica sacra britannica con lo University of London Chamber Choir. Il concerto segna l’inizio della pausa estiva e conclude la prima serie di appuntamenti proposti alla città dal Centro diocesano G.Lucchi, resi possibili grazie alla partecipazione degli sponsor e alle offerte del pubblico, che ha sempre risposto con un’ampia partecipazione.

APPUNTAMENTI FINO AL 2015

Anche quest’anno il Collegium Vocale ha portato a Crema una delle eccellenze nel campo della musica corale d’oltremanica, un appuntamento atteso e gradito, come ha sottolineato il vicesindaco Angela Maria Beretta. Dopo i successi degli scorsi anni il direttore Giampiero Innocente ha confermato che l’iniziativa continuerà anche nei prossimi anni, con nuovi ospiti che dal Regno Unito hanno già dato conferma fino al 2015. “Centinaia di cori e migliaia di coristi”, così Innocente ha raccontato il fervore musicale di Londra, auspicando che Crema possa diventare attraverso eventi di questo calibro una città altrettanto viva e propositiva.

UNIVERSITY OF LONDON CHAMBER CHOIR

La scaletta della serata ha toccato brani della tradizione britannica: particolare l’esecuzione di Hymn to the Virgin, in cui il coro collocato al centro del palco ha cantato con un quartetto solistico collocato sulla cantorìa dell’organo per generare un suggestivo effetto acustico. Non poteva mancare il bis con The long day closes, in cui i coristi si sono disposti a ferro di cavallo tra il pubblico per immergere la platea nella musica, meritando una standing ovation.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti