6 Commenti

Quest’anno niente Tortellata
l’edizione numero 32
non si farà

Quest’anno niente Tortellata. Una brutta notizia per tutti i buongustai cremaschi che da oltre trent’anni attendono le giornate di Ferragosto per gustare il tortello cremasco in piazza. Quest’anno purtroppo la tradizionale Tortellata, che avrebbe compiuto 32 anni, con ogni probabilità non si farà. A confermare la notizia è lo stesso Franco Bozzi, presidente del gruppo culturale Olimpia che ogni anno organizza la manifestazione ferragostana attesa dai cremaschi

Il motivo? La mancanza di persone che possano dare una mano.

«La voce si  è diffusa da qualche giorno, e quello che posso dire è che è vero: la Tortellata quest’anno non la facciamo. Per il momento è così a meno che ci sia un miracolo della Madonna di Santa Maria. Ci sono almeno quattro persone tra gli organizzatori che sono ammalate e quindi non possono dare una mano. La salute è la salute ed è importante. La settimana prossima vedremo se si riesce ad organizzare qualcos’altro, ma per ora è no, la Tortellata non si fa», conferma Bozzi.

Quindi per questa volta la colpa non è  della crisi, gli sponsor ci sono e si sono già fatti avanti.

«In questo caso gli sponsor non c’entrano nulla, anzi mi hanno chiamato in parecchi, ma ho detto di no. E’ inutile cercare finanziamenti se poi non si fa nulla. E’ un peccato ma come ogni cosa, anche la Tortellata è nata ed è finita. Tutto finisce prima o poi», conclude Bozzi.

Un vero peccato soprattutto per tutti coloro che trascorrendo l’estate in città attendevano la tortellata per passare un Ferragosto in compagnia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Ted

    Caro Marco, quando non si vuole valorizzare il ricambio il
    Risultato è questo! Tuttavia punto sul fatto che la qualità del
    Prodotto ivi venduto è infima, la peggiore della zona.. Quindi se si innovassero un po’ anche nella qualità forse….

  • Marco V

    Mi spiace, ma questa notizia è inaccettabile. Stiamo scherzando? Ci sono gli sponsor, ci sono tutte le possibilità, e non si fa perché mancano 4 organizzatori storici? Non sono d’accordo. Questo è un errore strutturale, che chiama in causa anche Bozzi e il gruppo storico della Tortellata: bisogna allevare negli anni i propri sostituti, non pensare gelosamente di essere insostituibili, altrimenti poi succede che poche defezioni mandano all’aria tutto, invece la Tortellata è un bene della città! E il Comune in questi anni avrebbe dovuto monitorare questa manifestazione salvaguardandola dalle inevitabili defezioni e modificazioni del tempo.
    La Tortellata è un simbolo di Crema, una delle poche manifestazioni che si vendono, a livello di immagine e non solo, fuori provincia e persino fuori dalla regione: quando non ci saranno più gli organizzatori storici allora che facciamo, la chiudiamo?
    L’Amministrazione DEVE trovare volontari, salvaguardare il nome della Tortellata, al limite facendo un’offerta per tutto il pacchetto (immagini, modello, struttura, ecc.) e farla propria! Tutti servono a questo mondo, nessuno è indispensabile. A Siena il Palio lo fanno da secoli … non credo che gli organizzatori siano ancora quelli della prima ora !

  • Ted

    Grazie al cielo una buona notizia!!! I peggiori tortelli di Crema quest’anno non saranno serviti. Amen, ne guadagneremo in palato!!!

  • Asdrubale

    la scusa dei pochi “volontari” mi sembra pretestuosa.
    forse la “morte” è stata decretata perchè negli ultimi anni piveva sempre e faceva freddo, evidentemente avranno pensato che il gioco non vale l’acquazzone.
    peccato, si poteva pensare a spostarla al coperto (mercato austro ungarico?).

  • alberto

    Chiuso il Pergo, niente Tortellata, Crema puo` chiudere i battenti…

  • Il Pasquino Cremasco

    Quattro persone che danno una mano????
    Sarà mia ‘nse dificil???
    Bussare alla porta del consigliere comunale Coti Zelati (esperto di volontariato popolare, dalle aiuole ai tortelli) e del consiglio comunale.
    In momenti di crisi, vista la funzione culturale/sociale della tortellata, considerato anche che il tutto si svolge a costo zero, per l’amministrazione sarebbe un bel segnale.
    …. Potrebbe tranquillamente partecipare anche l’opposizione!
    – Agazzi, solo cose buone per crema, con la distribuzione dei tortelli potrebbe cimentarsi con grembiule ai fianchi, grande segnale di disponibilità e di vicinanza con la cittadinanza!