Commenta

L’Associazione Musicale “Il Trillo”
e la Filarmonica Castiglionese
Sabato in concerto a favore dell’Abio

Da sinistra: Agamennone Amiti, Ortensia Marazzi, Claudio Montironi, Denise Bressanelli, Carla Dossena e Paolo Enrico Patrini

È stato presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta presso il Museo Civico del Cremasco, il “Concerto d’estate – Operetta & Films’ Music” dell’Orchestra di Fiati dell’Associazione Musicale “Il Trillo” di Crema, a favore di ABIO Crema (Associazione per il Bambino In Ospedale), che si terrà a CremArena sabato alle 21, con ingresso libero.
Alla presentazione hanno preso parte, oltre al direttore artistico dell’Associzione Musicale “Il Trillo”, Denise Bressanelli, ed al presidente della stessa associazione, Paolo Enrico Patrini, i rappresentanti della Filarmonica Castiglionese (LO), che affiancherà “Il trillo” in questo concerto, Agamennone Amiti e Claudio Martinoni.
Per l’Abio Crema erano presenti, la presidente Ortensia Marazzi e la sua vice Carla Dossena.

L’ASSOCIAZIONE “IL TRILLO”

Il dottore Patrini, aprendo la conferenza ha voluto rimarcare quella che è l’attività dell’Associazione Musicale “Il Trillo”, ensamble di recente formazione, composta da una quarantina di musicisti, professionisti diplomati e laureati, tra i più conosciuti in ambito musicale cremasco, diretti da Yuri Boschiroli, che svolge ormai da oltre un anno, un’intensa attività musicale nelle comunità locali, proponendo diversi concerti di beneficenza, a favore di molte associazioni non a scopo di lucro presenti sul territorio, sostenendo con ciò, gli enti che svolgono attività socialmente rilevanti e favorendo la diffusione della cultura musicale.
“Si tratta di una vera forma di volontariato musicale – ha affermato Patrini – anche perché l’organizzazione delle serate è tutto a nostro carico, sabato il comune ci mette a disposizione il palco di CremArena, ma noi ci occupiamo di tutto, dall’allestimento, alle luci, all’audio, ai manifesti, grazie al sostegno dei privati”.
Anche sabato, come già accaduto nelle precedenti esibizioni, nel corso della serata ci sarà un’attività di promozione e di raccolta di offerte, a favore dell’associazione per cui si organizza il concerto, in questo caso l’ABIO, che opera all’interno del reparto di Pediatria dell’Ospedale cittadino.

I CORSI DI ORIENTAMENTO MUSICALE

L’Associazione oltre a questi concerti di beneficienza, ha attivato anche dei corsi di orientamento musicale, rivolti a chiunque fosse interessato ad avvicinarsi al mondo della musica, ed in particolare agli strumenti a fiati e alle percussioni.
Grazie alla disponibilità del Secondo Circolo di Crema, in alcune Scuole Primarie della città, ed in quella di Capergnanica, nelle ore pomeridiane, si sono tenuti negli scorsi mesi, dei corsi riservati a piccoli musicisti che hanno permesso la costituzione di una piccola orchestra, composta interamente da bambini.
L’Associazione, che è ospitata all’interno dell’Oratorio di San Benedetto, grazie alla disponibilità del parroco, nel corso del suo primo anno e mezzo di vita, si è esibita una decina di volte, ed oltre ai consensi musicali è riuscita a mettere a disposizione delle varie associazioni di volontariato, circa 15mila euro, che di questi tempi, non sono pochi.

L’ASSOCIAZIONE ABIO

Ortensia Marazzi e Carla Dossena, a nome dell’Abio, hanno espresso i ringraziamenti all’Associazione “Il trillo”, per aver voluto dedicare questo concerto all’associazione che rappresentano, che opera all’interno del reparto di Pediatria dell’Ospedale, “per assistenza e valorizzazione della parte sana del bambino malato e di ascolto per i genitori. La nostra missione – continua Ortensia Marazzi – è quella di rendere il meno traumatico possibile, la degenza dei bambini in ospedale”.
Negli ultimi anni, diversi sono stati gli interventi promossi dall’Abio, dagli arredi per la Pediatria, alla sala giochi, alla sala d’attesa del nuovo Pronto Soccorso Pediatrico e l’obiettivo per i prossimi mesi è quello di rendere più gradevole il reparto, con decorazioni particolari.

IL PROGRAMMA

Denise Bressanelli si è occupata di descrivere nel dettaglio il concerto, soprattutto per la prima parte quella più classica, a cura dell’Orchestra di Fiati diretta da Yuri Boschiroli, che prevede in scaletta:
Ouverture dall’operetta “Cavalleria leggera” di Franz von Suppé, Gran Fantasia dall’operetta “Il Paese dei Campanelli” di Carlo Lombardo e Virgilio Ranzato, Gran Fantasia dall’operetta “La vedova allegra” di Franz Lehar e Ouverture dall’operetta “Orfeo all’inferno” di Jaques Offenbach.

Della seconda parte del concerto, che vedrà l’esibizione della Filarmonica Castiglionese, ha parlato il direttore Claudio Montironi, il quale ha comunicato il programma dell’esibizione:
“Così parlò Zarathustra, Op. 30” di Richard Strauss, “Hooray for Hollywood”, “Jazz band” di Amedeo Tommasi (dallo sceneggiato di Pupi Avati del 1978), “La Bella e la Bestia – medley” di Alan Menken e Howard Ashman, “Morricones’s Melody” di Ennio Morricone e infine, “Le cronache di Narnia” di Harry Gregson Williams.

Ilario Grazioso

Il direttore artistico dell'Associazione "Il trillo" Denise Bressanelli ed il presidente Paolo Patrini

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti