Politica
Commenta

Benefattori in perdita,
ma compensi al cda
per 97mila euro

«Donzelli e il consiglio di amministrazione si dimezzino i compensi». A chiederlo a gran voce è Piergiuseppe Bettenzoli consigliere comunale di Rifondazione Comunista, che rilancia la sua candidatura alla presidenza della Benefattori Cremaschi, senza alcun compenso-

Bettenzoli ricorda che nonostante il bilancio con il segno meno, l’introduzione per i nuovi assunti del contratto Uneba, contratto che riduce del 20% circa i compensi, il consiglio di amministrazione della Fondazione continua a percepire compensi per 97mila euro, (dato del 2009).

«Si devono ridurre i compensi agli amministratori della Fondazione Benefattori Cremaschi. ridurre l’apparato dirigenziale, sostituire il primario che pur essendo collocato a riposo continua la sua collaborazione con l’ente, rendere trasparenti e pubblici gli atti della Fondazione», commenta Bettenzoli.

Il consigliere comunale della Federazione della sinistra torna poi su un tema che tanto aveva fatto discutere durante la passata amministrazione: la Cittadella dell’anziano.

«La nuova amministrazione di centrosinistra, guidata da Stefania Bonaldi, deve dare uno stop fermo alla Cittadella dell’anziano, invitando Donzelli e il cda ad operare per mettere a norma la struttura del Kennedy. Al più presto Donzelli e Conz mollano la gallina dalla uova d’oro. al più presto si potrà rilanciare la Fondazione, riutilizzare l’area della ex Misericordia, dare alle lavoratrici e ai lavoratori la possibilità di eleggere democraticamente la propria rappresentanza sindacale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti