Politica
Commenta

Un invito da SEL: “Partecipa e decidi”
Riunione di lavoro per Coti Zelati
“Valorizzare impegno e inclinazioni”

Partecipa e decidi: questo il motivo che ha spinto il consigliere comunale di SEL Emanuele Coti Zelati, ad organizzare un momento di incontro tra iscritti, simpatizzanti e semplici cittadini, per organizzarsi in modo da incidere sulla vita amministrativa della città.
Coti Zelati precisa ciò che sarà un vero e proprio metodo di intendere l’amministrazione: “Come consigliere, non posso e non voglio fare da solo, perché questo non funziona, tutto è il frutto di un lavoro corale e condiviso”.
Il consigliere di SEL, ricorda il percorso che ha portato dalle primarie dello scorso autunno alla vittoria della coalizione di centrosinistra a Crema, passando per la campagna elettorale: “È stato qualcosa di bello ed importante – dice Coti Zelati – SEL si è dimostrato un ottimo luogo in cui si sono incontrate sensibilità ed esperienze differenti”

“NON DISPERDERE L’ESPERIENZA DELLE PRIMARIE”

Per Coti Zelati, quella di ieri è stata una riunione di lavoro, “perché è fondamentale non disperdere l’esperienza delle primarie e della campagna elettorale, tenendo le porte aperte invitando anche i passanti a dare un’occhiata, senza che nessuno pensi che ci sia la volontà di vendere la tessera di un partito.
L’idea che sta alla base di questo tipo di percorso è quella della partecipazione dei cittadini: “Ritrovarsi e coinvolgere tante persone per decidere insieme che cosa fare, perché più teste decidono meglio di una sola” ripete Coti Zelati.
La trasparenza è un elemento che contraddistingue l’azione del giovane consigliere comunale di SEL, il quale rispetto ai rilievi che gli sono stati mossi da più parti, dopo la prima riunione del consiglio comunale, dice: “Sono stupìto, del fatto che tante persone si siano stupìte del mio comportamento – commenta Coti Zelati – è vero ci si può telefonare anche prima della seduta, ma il consiglio è il luogo principale del dibattito”.

INCONTRO CON IL PD

Con questo tipo di incontri, Coti Zelati intende “valorizzare l’impegno e le inclinazioni di ognuno”, mentre per chiarire i rispettivi intendimenti sul futuro, in seguito al dibattito sulla composizione della giunta, nelle prossime ore ci sarà l’incontro con il PD: “Probabilmente ci sarà, ma quello che voglio ribadire è che noi non facciamo una rivendicazione di poltrone”.
A confermare ciò, lo stesso scopo della riunione di ieri: “Sederci attorno ad un tavolo, non a caso rotondo, senza alcuna gerarchia, per lavorare insieme nei prossimi tempi, e perché da solo non posso fare tutto, e allora – conclude Coti Zelati – perché non coinvolgere gli altri”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti