Politica
Commenta1

Il Terzo Polo a Crema non sfonda
Trespidi: “Messo in campo il meglio
e Agazzi era il riferimento del PPE”

Metabolizzato il responso negativo delle urne il segretario provinciale UDC, Giuseppe Trespidi prova a stemperare il clima non certo idilliaco, che si respira nell’aria del centrodestra cremasco.

PROGETTI E ALLEANZE PER GOVERNARE

“Credo che siano finiti i tempi in cui si definisce un progetto o si fa parte di un’alleanza per mandare a casa qualcuno o per mantenere una posizione acquisita – dichiara Trespidi – occorrono progetti e alleanze per governare e ciò è quello che vedremo a Crema dove la neo sindaco Stefania Bonaldi si accinge, meritatamente, ad iniziare il mandato che gli elettori gli hanno assegnato”.
Il segretario provinciale del partito di Casini ricorda che da sempre l’UDC sostiene che prima occorre definire il perché dello stare insieme, e successivamente definire con chi perseguire i vari obiettivi.

“NESSUNA ACCORDO DI BASSO PROFILO

Ci siamo resi disponibili ad una alleanza con Antonio Agazzi, il vincitore delle primarie fatte nel centro-destra – sostiene Trespidi e ci siamo resi disponibili per questa alleanza rinunciando a presentarci agli elettori con una lista con un candidato sindaco del Terzo Polo. Trespidi aggiunge che l’alleanza non è stata fatta barattando i valori di riferimento del partito “con accordi di basso profilo ma, al contrario, perché avevamo individuato in Agazzi l’interprete di un progetto più grande che faceva riferimento al Partito Popolare Europeo. Una alleanza che aveva i connotati giusti per vincere e per governare.

“RICERCARE COLPE NON SERVE A NULLA

Il segretario provinciale UDC non nasconde che il risultato del Terzo Polo è una sorta di bocciatura da parte degli elettori di Crema: “Come Terzo Polo non siamo stati percepiti come soggetto in cui riporre la fiducia, nonostante avessimo nelle liste Martino Boschiroli (segretario UDC e capogruppo uscente), Luciano Capetti (assessore uscente), Rachele Ogliari (coordinatrice FLI) e Clara Guercilena (referente API). A questo punto andare a ricercare colpe non serve a nulla. Anzi è solo controproducente perché abbiamo messo in campo il meglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti