Politica
Commenta2

Il successo del Movimento 5 Stelle
Boldi: “Stiamo vivendo un sogno.
Il futuro? Controllare l’amministrazione”

Sussurrato fino a qualche mese fa, agitato come uno spauracchio con il passare delle settimane e l’avvicinarsi delle elezioni, alla fine il successo del Movimento 5 Stelle, si è palesato in tutta la sua straordinaria forza rappresentata dai voti che gli elettori cremaschi gli hanno tributato.

“IN SINTONIA CON MOLTA GENTE”

“Stiamo vivendo un sogno – commenta il giovane Alessandro Boldi – quando abbiamo iniziato questa avventura, nessuno credeva in questo Movimento, invece abbiamo dimostrato di essere in sintonia con molta gente, stufa della situazione politica del suo paese e ansiosa di vedere un vero cambiamento, con nuove persone che possano garantire loro quell’impegno e onestà che non hanno trovato altrove”.

“DOVE PRENDIAMO I VOTI”

Boldi torna poi su quanto ci aveva già dichiarato lunedì sera, in comune: “Mi hanno detto che rubiamo i voti rispettivamente a Lega, Sel, Pd e anche Pdl – dice Boldi – ma se avessimo preso un 3% per tutti quelli che me l’hanno detto ora sarei sindaco”.

“PROPORRE IDEE E CAMBIAMENTI”

Quanto al futuro, non ha dubbi il neo consigliere Boldi: “Il nostro compito è chiaro: controllare l’operato dell’amminsitrazione comunale nel dettaglio di ogni decisione e proporre le idee e i cambiamenti, che arriveranno dai cittadini”.
Boldi ci tiene a precisare che il Movimento 5 Stelle esprimerà il suo voto, volta per volta, cercando di approfondire gli argomenti “senza alcuna logica di maggioranza o di opposizione, perché – conclude – una strada rotta non ha colore politico”.
Intanto visto il successo e la nuova dimensione istituzionale del Movimento, sul blog www.cremasco5stelle.it,  si stanno pubblicando i resoconti dei vari confronti tra i candidati a sindaco, che si sono tenuti nelle scorse settimane: “I loro programmi elettorali rappresentano le promesse che hanno fatto – sottolinea Boldi – e che noi non mancheremo di ricordargli”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti