Commenta

Bus-navetta, un progetto possibile
ma senza la Regione non si fa nulla
Presto un incontro anche con Trenord

Collegamento intermodale bus-treno per Lodi, un altro passo in avanti è stato compiuto in attesa di conoscere la posizione della Regione Lombardia. Lunedì sera a Bagnolo Cremasco attorno al tavolo di discussione si sono riuniti i sindaci di Dovera, Monte Cremasco e Bagnolo Cremasco, l’assessore provinciale al Territorio Giovanni Leoni, il consigliere regionale Agostino Alloni e il presidente di Adda Trasporti Corrado Bianchessi.

SERVE LA TARIFFA INTEGRATA

Durante l’incontro è stato presentato un dossier che dimostra tempi e costi del servizio, valutati durante gli studi realizzati nelle ultime settimane: “Si può fare – afferma il consigliere regionale Alloni – ma senza l’appoggio della Regione non si va da nessuna parte”. Il problema principale riguarda la mancanza di un’integrazione tariffaria che permetta di usufruire di bus e treno con un solo biglietto a prezzo ridotto, senza dover sommare due o più abbonamenti; questa decisione che può essere presa e attuata solo da Regione Lombardia, dal momento che il circuito previsto per la navetta coinvolgerebbe anche la provincia di Lodi.

I PROSSIMI PASSI

Tra i presenti è nata la proposta di sperimentare il servizio per un determinato periodo di tempo: per far questo è indispensabile istituire un nuovo tavolo di discussione organizzato dalla Regione e con la presenza di Trenord; nel frattempo i sindaci dei Comuni coinvolti distribuiranno un questionario destinato agli utenti effettivi e potenziali del servizio per valutare il loro effettivo interesse al progetto e registrare le principali necessità.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti