Lettere
Commenta

Agazzi: “Pensiline di via Verdi,
Sel strumentalizza
per raccattare qualche voto in più”

da Antonio Agazzi

Maestri nella strumentalizzazione Lino Guerrini Rocco, Franco Bordo Bordo e Sinistra Ecologia e Libertà!

A un confronto pubblico tra candidati Sindaci in cui il Forum del Terzo Settore ha proposto l’area “ex Stalloni” come sede, in parte, della Casa del volontariato ho solo dichiarato: non lo escludo, tuttavia io ho un altro sogno, che magari si rivelerà impraticabile. Mi piacerebbe che il mercato coperto trovasse sede all’interno dell’area “ex Stalloni”: quale miglior modo di restituire alla fruizione di tanti cremaschi quell’area? Gli ambulanti verrebbero trasferiti di pochi metri e non portati fuori dal centro cittadino e via Verdi potrebbe essere riprogettata e diventare una grande piazza: le pensiline attuali a me paiono davvero antiestetiche.

Tutto qui; tutto da verificare sul piano tecnico-economico; niente di riconducibile a vecchie proposte che io medesimo ho contrastato, come il Sig. Guerrini Rocco e gli ambulanti ben sanno. Ne ho parlato di recente in Ascom, presente un rappresentante degli ambulanti non politicizzato come il candidato di S.E.L. e ho trovato attenzione e anche un certo interesse.

So che hanno ripreso ad affiggere manifesti sull’area mercatale cercando di confondere e spaventare gli ambulanti e la gente. Niente paura: è solo un ignobile tentativo di S.E.L. di raccattare qualche voto in più per sè e per la Bonaldi, questa è la verità. L’anima comunista, cosi presente nello schieramento di Stefania, riemerge puntualmente: i cremaschi ne tengano conto.
Antonio Agazzi

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti