6 Commenti

Bettinelli (Pdl): “C’è confusione
sotto il cielo delle nove liste
targate Stefania Bonaldi”

Lettera scritta da Enzo Bettinelli

C’era una volta – anche in politica – il rispetto: una dote che il coordinatore del PD cremasco Matteo Piloni dimostra di non conoscere.

Avrebbe potuto risparmiarsi giudizi superficiali sui componenti della Lista del PdL, soprattutto dopo le traversie che ha subìto in casa propria e dopo che abbiamo visto i suoi militanti nascondersi sotto il falso alone di liste civiche quanto meno dubbie.

Si meraviglia che siano stati riproposti assessori e consiglieri uscenti del PdL, dando a tutti l’opportunità di rimettere al giudizio dei cittadini il loro operato: certo è un passaggio difficile da comprendere da parte di chi proviene da un partito in cui le “purghe” sono state all’ordine del giorno fino a poco tempo fa!

Arriva a suggerire chi ritiene valido e degno di candidatura e chi no: un modo un po’ a-tipico di scegliersi gli avversari!

Ed infine le accuse agli uomini del PdL di aver gestito il potere “non per il bene della città … ma per il vantaggio loro e dei loro sodali”. Questo ultimo passaggio è scorretto e falso, teso a gettare fango, con un atteggiamento tipico di chi vuol fare il “professorino” senza averne le qualità, di chi vuol criticare per il gusto di farlo, di chi farebbe meglio a studiare come sono stati gestiti i bilanci del Comune con le Amministrazioni di Sinistra.

Forse Piloni, sparando nel mucchio, cerca di mettere in pratica i suggerimenti di un suo antico maestro – quel Mao Tse Tung alla cui fonte si è sicuramente abbeverato a lungo – e che arrivò a scrivere “C’e’ grossa confusione sotto il cielo, la situazione è ottima”…  Proprio la confusione che regna nelle 9 liste targate Bonaldi.

Enzo Bettinelli (coordinatore Popolo della Libertà)

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Antonio Macri’

    L’invidia(soprattutto dei coordinatori di centro destra,NdR)è la religione dei mediocri. Li consola, risponde alle inquietudini che li divorano e, in ultima istanza, imputridisce le loro anime e consente di giustificare la loro grettezza e la loro avidità fino a credere che siano virtù e che le porte del cielo si spalancheranno solo per gli infelici come loro, che attraversano la vita senza lasciare altra traccia se non i loro sleali tentativi di sminuire gli altri e di escludere, e se possibile distruggere, chi, per il semplice fatto di esistere e di essere ciò che è, mette in risalto la loro povertà di spirito, di mente e di fegato. Fortunato colui al quale latrano i cretini, perché la sua anima non apparterrà mai a loro.(Carlos Ruiz Zafòn “Il gioco dell’Angelo”)

  • Jacopo Bassi

    il pdl di Crema ha mostrato tutta la sua concezione del “rispetto” nella gestione del Caffè Politico, inventandosi scuse per uscire senza affrontare l’inoperosità dei membri e il mancato versamento dei finanziamenti, arrivando a dire che i ragazzi dei Giovani Democratici si erano impegnati a fondo per sopperire alle mancanze di quelli del Pdl per avere la garanzia di avere una lista civica per la Bonaldi (“Se consideravi gli altri a così basso livello, perchè ti sei impegnato così a fondo nel caffè? Forse per garantirti una lista di appoggio alla Bonaldi?”, Enzo Bettinell).

    Bisognerebbe cominciare a rispettare il lavoro altrui, oltre che le persone che si candidano perché credono in un progetto.

    • michela

      è arrivato il paladino della giustizia Bassi …. pff che noioso che sei! sempre le solite polemiche peraltro fuori luogo …

      • Jacopo Bassi

        1) ho la correttezza di firmarmi anche per cognome, almeno;
        2) non mi piace che chi ha mancato di rispetto al lavoro di ragazzi di un’associazione poi si metta a dar lezioni;
        3) mi chiedo: ma il rispetto dei candidati che hanno deciso di spendersi nelle liste civiche dov’è?

        • Jacopo Bassi

          “rispetto PER i candidati…”

          • michela

            Dare rispetto per chiedere rispetto… di professori in giro ce ne sono fin troppi!!