Commenta

Cava Alberti, incontro sindacato-azienda
Permangono le preoccupazioni
Lunedì assemblea con i lavoratori

– foto di repertorio di una manifestazione sindacale

 

C’è preoccupazione tra i sindacati per il futuro della Cava Alberti. Martedì, nel primo pomeriggio, era in programma un incontro al quale hanno preso parte Enrico Guaragna della Filca Cisl e Cesare Pavesi della Fillea Cgil. Motivo dell’incontro: la gestione della cassa integrazione straordinaria sottoscritta per tutti i dipendenti alla fine dello scorso anno. Su 25 lavoratori, in 14 per il  momento non usufruiranno della cassa integrazione ma continueranno a lavorare, fatto salvo che in caso di necessità anche questi potranno accedere all’ammortizzatore sociale. I sindacati hanno oltremodo posto alcune condizioni all’impresa chiedendo alla proprietà di sottoscriverle. Nello specifico la richiesta riguarda gli acconti dello stipendio che l’azienda versa ogni mese ai dipendenti: al posto di mille euro, i sindacati hanno chiesto che ne vengano versati 1500. Atteso anche un piano di rientro per gli arretrati che i lavoratori devono ancora percepire. Lunedì l’assemblea con i dipendenti.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti