Cultura
Commenta

In Epiphania Domini,
concerto sacro
per la rassegna ConcertArte

L’Auditorium Manenti torna a riempirsi di musica e pubblico con “In Epiphania Domini”, concerto sacro in attesa della sacra messa che alla mezzanotte del 6 gennaio celebra l’avvento dei Magi alla capanna di Betlemme.
Si tratta di un nuovo appuntamento firmato ConcertArte, la rassegna musicale nata tre anni fa a sostegno dei costi di restauro di San Bernardino e ora dedicata a quelli della Cattedrale, che ha già annoverato tra i propri trascorsi numerosi concerti di ampio respiro. L’Epifania diventa così l’occasione per proporre un nuovo evento musicale a cavallo tra tradizione e reinterpretazione; quest’anno è la volta delle Virgo Vox, sette voci femminili che si sono esibite senza la guida di un direttore.
Tra loro anche l’organista della basilica milanese di Sant’Ambrogio Maria Massimini, che ha aggiunto voce e canto all’ensemble in rosa che attorniava il Gesù Bambino esposto in trono sulla pedana. Il timbro intenso e vibrante del coro femminile ha reso al meglio il variegato programma della serata, che dai tradizionali canti dedicati alla Natività ha spaziato oltre i confini nazionali con brani di tradizione europea e non solo; la buona riuscita dell’esibizione è stata confermata dai copiosi applausi del pubblico presente.  Il concerto è stato aperto dal suono dell’Adeste Fideles, tradizionale melodia natalizia intonata dalle campane del Sacrario del Quartierone nate in occasione del centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia; la stessa ha chiuso la manifestazione, sostenuta dalla voce di tutti i presenti, mentre i tre Re Magi impersonati dai volontari del Gruppo Pantelù da Crema hanno fatto visita al Bambino. Le celebrazioni natalizie si chiuderanno ufficialmente stasera con la funzione tenuta dal vescovo della Diocesi Oscar Cantoni.

l. g.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti