Cronaca
Commenta

Anffas, i residenti di “Io abito”
in vacanza a Cattolica

Io Abito, qualche giorno al mare per conoscersi e mettersi alla prova: "un’esperienza divertente ed utile per tutti e per ciascuno"

La tombola, le giornate in spiaggia, i sorrisi, la felicità. Sono rientrati a Crema nei giorni scorsi dopo alcuni giorni al mare nei pressi di Cattolica i residenti di Io Abito, la casa per la vita indipendente di Anffas realizzata con il contributo di Fondazione Cariplo. Si sono aggiunti al gruppo Spi Cgil (sindacato pensionati italiani) di Cremona, che “ci ha accolto con grandissimo entusiasmo” spiega la vicepresidente di Fondazione Alba Daniela Martinenghi. “Per i nostri ragazzi questa è stata una preziosissima occasione per conoscersi all’esterno dell’abituale contesto nel quale si frequentano e per mettere a frutto le abilità acquisite o in via di acquisizione per quanto riguarda la vita autonoma”.

All’esperienza hanno preso parte “non solo i tre ragazzi che stabilmente abitano in viale santa Maria, ma anche coloro che stanno partecipando ad un percorso di training, di avvicinamento alla vita indipendente. È stato bellissimo poter vivere insieme alcuni momenti tipici della quotidianità e coltivare nuove occasioni di relazione”. Positivo anche il rapporto con i componenti del gruppo Spi Cgil. “Con assoluta naturalezza hanno saputo cogliere le peculiarità, le esigenze e la bellezza dei nostri ragazzi e l’inclusione è venuta da sé. A tutti loro va un grandissimo ringraziamento per aver spalancato le braccia al nostro gruppo e per averci offerto belle occasioni di divertimento”.

“Sono stati bei giorni, ricchi di divertimento, di relax, dove ciascuno ha potuto esprimersi potendo contare su un ambiente amico e sull’opportunità di sperimentare la vita adulta con i propri pari”. Questo è in definitiva l’obiettivo ultimo di Io abito: aiutare ciascuno a vivere in autonomia ma nel rispetto dei propri modi e dei propri tempi la propria adultità”. Io abito, lo ricorda ancora Daniela Martinenghi: “è un modo per dare forma al Dopo di noi, durante noi, un posto dove ciascuno possa plasmare, giorno per giorno, secondo i propri desideri, il proprio futuro”.

© Riproduzione riservata
Commenti