Politica
Commenta

Collaborazione Crema-Lodi: Furegato
incontra Bergamaschi in municipio

Primi concreti passi verso quella che si preannuncia come una stretta collaborazione tra Crema e Lodi, dando così fattivo seguito a quanto annunciato in campagna elettorale. Il sindaco Fabio Bergamaschi ha infatti incontrato, in municipio a Crema, il collega lodigiano Andrea Furegato e il presidente della provincia di Lodi Fabrizio Santantonio. Prende dunque corpo quell’idea di sinergia “tra due realtà vicine, che vogliono aprirsi e che sono tra loro molto simili”.

Di fatto l’avvio del confronto sulle possibilità di interazione tra i due territori, con possibilità di creare alleanze su determinate partite ma anche di costruire insieme dei percorsi su temi quali l’energia, la mobilità, la sanità, la formazione e l’economia. Tra i punti di forza anche su cui si fa conto, anche l’uniformità territoriale sia dal punto di vista socio demografico che economico.

Dal canto suo il sindaco Fabio Bergamaschi ha puntato anche sulla valorizzazione di Consorzio.it, ossia la proposta di esportare le competenze che Consorzio.it già vanta come braccio operativo dei Comuni cremaschi. Competenza che può essere messa a disposizione del territorio lodigiano.

“Crema e Lodi – commenta il sindaco Fabio Bergamaschi – hanno tutta l’intenzione di lavorare su piattaforme comuni. Pur nel rispetto delle differenti appartenenze istituzionali e dei percorsi che le città hanno già in essere nei rispettivi ambiti, condividiamo la consapevolezza che due città omogenee da un punto di vista sociale, economico e demografico, nonché distanti venti chilometri, possano e debbano sviluppare sinergie, mirando ad obiettivi comuni. Parliamo innanzitutto di politiche energetiche, mobilità, formazione e sanità. Questo primo incontro, a pochi giorni dall’insediameto sia mio che di Andrea Furegato, ha gettato le basi e fatto emergere una volontà comune. Anche grazie allo strumento operativo di Consorzio.it, potremo insieme raggiungere risultati importanti, condividendo le competenze, a partire dalla transizione energetica e digitale”.

© Riproduzione riservata
Commenti