Cronaca
Commenta

Raccolta di libri, mille per
l’associazione Amici del Brasile

Anffas, consegnati i libri raccolti per sostenere attività missionarie in Brasile. Il ricavato sosterrà una scuola rurale del posto

Un contributo di mille euro per l’Associazione Amici del Brasile. È il risultato della raccolta di libri promossa dall’associazione Amici delle missioni di Crema con la preziosa collaborazione dei ragazzi con disabilità frequentanti il centro socio educativo di santo Stefano di Anffas Crema. La consegna degli ultimi volumi raccolti (dopo che una prima parte era già stata consegnata nei giorni scorsi) è stata ufficializzata questa mattina e nell’occasione è stato anche consegnato il contributo, in anticipo rispetto alle bancarelle ancora da svolgere. La vendita dei volumi verrà realizzata in seguito dagli Amici per le missioni, come di consueto, ma da una stima dei libri raccolti, si è comunque deciso di procedere alla donazione. “Siamo molto felici di ricevere questo contributo, soprattutto in virtù delle attività preziose che sono state create per raccoglierlo” spiega Danila Piloni di Amici per il Brasile. “Siamo impegnati nel sostegno di una scuola rurale in Brasile. Sosteniamo le attività educative di 14 bambini e garantiamo il contributo per una decina di educatori. Il tutto ha un costo complessivo di 1600 euro annui, ecco quindi che con questa somma potremo coprire circa un anno di attività”. L’ente sostiene poi per lo più a distanza circa 1600 bambini. “Viviamo di solidarietà e queste iniziative ci rendono sempre molto contenti”.

Quella con Anffas e con l’associazione Amici delle missioni è una collaborazione già rodata. “Non è la prima volta che collaboriamo con queste realtà. Crediamo che fare rete tra associazioni sia necessario per produrre buoni risultati”. Ed, in effetti, questa è l’ennesima conferma. “Anffas ha raccolto tantissimi libri che ora gli Amici delle missioni proporranno sulle loro bancarelle”. Quanti? “Non li abbiamo contati” ci dicono dal centro socio educativo di santo Stefano, “abbiamo preparato circa una settantina tra sacchetti e scatoloni pieni”. Le foto lo confermano. Si vedono i sorrisi, la fatica, le operazioni di riordino. E poi la soddisfazione per la consegna del contributo. Per la presidente di Anffas Crema Daniela Martinenghi: “questa iniziativa dimostra che l’unione fa la forza e che ciascuno di noi, nel rispetto delle proprie peculiarità, può fare la differenza. O, in questo caso è opportuno dirlo: può fare del bene”. Un bene che supera confini: “partirò per il Brasile nei prossimi giorni” assicura

Danila “e parlerò ai bimbi di questo bel gesto. Mostrerò foto piene di sorrisi e di voglia di fare: sarà un messaggio bellissimo”.

© Riproduzione riservata
Commenti