Politica
Commenta

Ancorotti: “Beretta è la più
evidente nullità del centrodestra”

Renato Ancorotti, come sempre senza mezzi termini, replica a Simone Beretta, consigliere comunale, che l’aveva duramente attaccato incolpandolo di essere uno dei principali artefici del fallimento del centrodestra alle passate elezioni amministrative per l’elezione del sindaco di Crema.

“Io non prendo lezioni da Beretta – spiega Ancorotti – che politicamente è la più evidente nullità del centrodestra, se così non fosse avrebbe un incarico diverso da quello di consigliere. Mi attacca per una lista per Torchio, che per me è semplicemente un grande amico ed un galantuomo, anche se di un altro schieramento politico. Beretta evidentemente ricorda poco, o forse sarà per via dell’eta”.

Ancorotti ha poi parlato della classe politica del centrodestra: “Se la classe politica del centrodestra fosse stata adeguata, probabilmente avremmo vinto a Crema: se è arrivata una sconfitta ci sono delle ragioni anche di inadeguatezza. Beretta è l’espressione dell’inadeguatezza, anzi non si può neanche considerare di centrodestra visto l’appoggio dato a Bergamaschi. Se un politico si identifica nel centrodestra non può, negli ultimi 15 giorni prima del ballottaggio, dire di votare il candidato di centrosinistra. Questo suona come un tradimento, ma forse per lui non è un problema”.

“L’esperienza è importante però ci vuole anche ricambio – prosegue Ancorotti – fare il consigliere per 30 anni non può portare a niente di nuovo. L’esperienza deve portare a dei risultati, ora ditemi cos’ha portato Beretta: risultati zero, solo accanimento verso il comune di Crema. Dal 2011 cos’è cambiato? Cos’ha fatto lui e cos’ho fatto io?”.

Il presidente di Cosmetica Italia ha poi parlato del risultato elettorale e del suo sostegno: “Io ho sostenuto Borghetti e lo sosterrei ancora, visto che ha fatto un buon risultato nonostante tutti i tradimenti. Io non rappresento nessuno, sono solo un cittadino che ha sostenuto Borghetti”.

Ancorotti ha successivamente risposto a Beretta che sosteneva di fare la differenza nel centrodestra: “La differenza l’ha fatta Beretta: ha dimostrato di essere un grande maestro per spaccare il centrodestra. Lui ama perdere, è un perdente seriale, gli è rimasto solo lo sgabello (con tutto il rispetto per la poltrona del consigliere). Cos’ha portato di nuovo?”

Ancorotti ha poi concluso: “Io so quello che ho fatto, ho contribuito attivamente allo sviluppo del nostro territorio. Lui ha fatto il nulla assoluto: questa politica è quella che fa allontanare i cittadini che vogliono una politica del fare, il resto è semplicemente accanimento terapeutico. Beretta è un mediocre molesto”.

Simone Guarnaccia

© Riproduzione riservata
Commenti