Economia
Commenta

COIM presenta nuove dispersioni
acquose per il trattamento del cuoio

L’orientamento strategico di COIM nel campo delle dispersioni è quello della specializzazione: COIM opera esclusivamente nei settori cuoio, tessile e sughero proponendo ai propri clienti soluzioni su misura per le loro esigenze individuali

C.O.I.M. S.p.A., multinazionale italiana che produce specialità chimiche dal 1962 e che opera in tutto il mondo attraverso diciannove società produttive e commerciali, ha sviluppato delle nuove dispersioni acquose a base di resine poliuretaniche della gamma Hydrolar, realizzate, specialmente per il settore del trattamento del cuoio, con un contenuto di materie prime di origine rinnovabile fino al 60%.

“Le dispersioni acquose sono tra le sostanze chimiche più versatili che esistano.” spiega l’Ing. Mariaenrica Cesano, Technical manager Hydrolar. “Conferiscono ai materiali delle caratteristiche estetiche, tattili e prestazionali uniche e molto diverse tra loro. L’orientamento strategico di COIM è quello della specializzazione: siamo lo specialista delle applicazioni delle dispersioni acquose nei campi del trattamento del cuoio nel settore automotive e fashion, del tessile nei settori moda e arredo e del settore della produzione di tappi in sughero . Questa specializzazione ci consente di assistere i nostri clienti nello sviluppo di soluzioni su misura delle loro esigenze e di sgravare le loro aziende dell’onere di effettuare singolarmente una serie di test al loro interno, di cui ci facciamo carico, ottimizzando e rendendo più sostenibile il processo di sviluppo.” continua l’Ing. Cesano.

Nell’ambito dei pellami, le soluzioni Hydrolar giocano un ruolo fondamentale per la conservazione nel tempo e la preservazione dei colori dei supporti trattati, conferendo inoltre caratteristiche tattili come durezza e morbidità e caratteristiche estetiche fondamentali quali lucidità e opacità. Consentono inoltre di coprire eventuali difetti del pellame e renderne uniforme la colorazione, nobilitando anche i materiali in cuoio meno pregiati ed evitandone così lo scarto, generando ulteriori benefici dal punto di vista ambientale.

Per conferire ai supporti in cuoio la massima resistenza all’abrasione, COIM ha sviluppato inoltre una gamma apposita di poliuretani a base polietere, che garantiscono anche ottimale stabilità termica e alla luce, oltre ad essere privi di sostanze che impedirebbero lo smaltimento e il riciclo del prodotto. Per il settore automotive, ad esempio, si tratta di un aspetto estremamente importante, regolamentato dalla Direttiva RoHS (normativa 2002/95/CE) Restriction of Hazardous Substances Directive. Adottata dalla Comunità Europea nel 2003, impone restrizioni sull’uso di determinate sostanze pericolose nella costruzione di componenti dei veicoli.

Per quanto riguarda i tessuti impiegati in ambito fashion e arredo, il trattamento con le dispersioni Hydrolar conferisce caratteristiche tattili fondamentali – quali rigidità e morbidezza – che consentono a designer e produttori di esprimere tutta la loro creatività, oltre a caratteristiche estetiche imprescindibili nel design e fashion, quali lucidità, opacità, lucentezza e altri effetti ottici non ottenibili senza le dispersioni acquose. Sono le dispersioni Hydrolar, ad esempio, a conferire al denim la tanto apprezzata caratteristica di lucentezza e a rendere piacevole indossare capi in Goretex, senza comprometterne le caratteristiche di impermeabilità e traspirabilità. Le dispersioni COIM incrementano inoltre la resistenza dei tessuti al lavaggio chimico e ad acqua e la resistenza alla formazione delle macchie, rendendo così il ciclo di vita del prodotto tessile più sostenibile.

“Le soluzioni Hydrolar sono di per sé già sostenibili in quanto a base acquosa. Nel caso di COIM, inoltre, non contengono solventi altobollenti, che lasciano tracce nel prodotto finito e possono migrare nell’abitacolo dell’auto o traspirare attraverso i pellami e i tessuti impiegati nei settori fashion e arredo. Le dispersioni Hydrolar sono in grandissima parte a VOC zero. Per la produzione, COIM utilizza esclusivamente isocianati alifatici, evitando completamente da diversi anni isoacianati aromatici che, oltre ad essere pericolosi, non impediscono l’ingiallimento dei materiali in pelle nel tempo.” conclude l’Ing. Cesano.

“Con questa gamma di prodotti siamo orgogliosi di servire la filiera dei settori tipici e trainanti del Made in Italy, fashion, design e arredo, oltre al settore automotive. Abbiamo recentemente inaugurato presso il nostro stabilimento di Offanengo (CR) un nuovo laboratorio per i prodotti Hydrolar, di riferimento a livello globale per COIM, grazie al quale intendiamo rispondere in maniera ancora più capillare alle richieste del mercato di prodotti più sostenibili, realizzati con materie prime più amiche dell’ambiente e potenziare l’offerta tailor-made dell’azienda, con soluzioni sempre più su misura delle esigenze del singolo cliente.” spiega l’Ing. Giuseppe Librandi, Presidente e CEO di COIM.

“Nel settore della produzione dei tappi in sughero, i prodotti Hydrolar vengono impiegati per la realizzazione di tappi in sughero massiccio e compattato.” spiega Alessandro Passerini, General Manager EMEA di COIM. “Con questa gamma di prodotti siamo fieri di rappresentare un importante componente della filiera del vino di pregio in Italia e nell’area mediterranea. La tecnologia Coim, al servizio dei produttori di tappi in sughero, contribuisce a preservare nel tempo le caratteristiche organolettiche del vino, consentendo ad esperti ed appassionati di tutto il mondo di trarre il massimo piacere all’apertura di una bottiglia pregiata. Un esempio di chimica al servizio del consumatore e della convivialità”.

© Riproduzione riservata
Commenti