Cronaca
Commenta

Galmozzi: "Presto un nuovo reparto
chiuso all'ospedale di Crema"

L’indiscrezione arriva da un post su Facebook del medico Attilio Galmozzi. Un post che spiazza la città di Crema: “Voci di corridoio ci dicono (ahimè con fondamento) che a breve, pare temporaneamente, l’ospedale di Crema potrebbe perdere un reparto” scrive Galmozzi. “Non sono bastate le dimissioni del personale, già di per sé numericamente significative e tali da mettere in serissima difficoltà il mantenimento dei servizi esistenti, l’esternalizzazione di guardie radiologiche, ginecologiche e pediatriche nella fascia notturna (altro campanello d’allarme serio), la neuropsichiatra infantile con soli due medici in servizio. Se si perde un pezzo (quando si perdono i pezzi poi difficilmente si riacquistano, specie se la logica che muove queste scelte è il contenimento di spesa) e poi un altro pezzo e poi ancora uno, ciò che resta sono cocci. A chi dice che il problema è generalizzato, che in parte è vero, rispondo che esiste un caso Crema, eclatante e verificabile. Se nei due ospedali limitrofi (Lodi e Treviglio) le delibere di assunzione sono maggiori di quelle di dimissione, un serio problema locale esiste”. Sotto il post di Galmozzi non si sono fatti attendere i commenti dei cremaschi che, attoniti, attendono una risposta o una spiegazione dall’ospedale cittadino.

© Riproduzione riservata
Commenti